Riserve locali

Le Riserve locali sono costituite da territori di limitata estensione di interesse comunale, gestiti ai fini della loro conservazione morfologica, biologica ed ecologica. Sono riserve locali i biotopi d'interesse comunale già individuati ai sensi della legge provinciale n. 14/86. 

Foto Prada - Matteo Clementel

Le Riserve locali, previste dalla Legge provinciale 23 maggio 2007 n. 11, sono costituite da territori di limitata estensione d'interesse comunale, gestite ai fini della conservazione dei loro caratteri e dei loro contenuti morfologici, biologici ed ecologici, o da altre zone di rilevanza locale, ambientale, paesaggistica, storica e culturale che si prestano a una valorizzazione che non ne pregiudichi la conservazione. L'individuazione, la delimitazione, l'istituzione e l'eventuale revisione delle riserve locali sono disposte dai comuni interessati nell'ambito della procedura di definizione e approvazione dei loro strumenti urbanistici, che dettano anche i relativi vincoli di tutela. La gestione delle Riserve locali è affidata al comune territorialmente competente che per tale scopo può dotarsi di un piano di gestione.

Le Riserve locali ricadenti nel territorio del Comune di Trento sono le seguenti:

  • Riserva Gorghe - estensione 1.38 ha
  • Riserva Val di Gola - estensione 241.28 ha
  • Riserva Palù - estensione 3.37 ha

A queste si aggiungono le Riserve locali presenti su territori degli altri comuni della rete di Riserve e sono:

  • Riserva Casotte - Comune di Villa Lagarina - estensione 5.61 ha
  • Riserva Prada - Comune di Vallalghi stagno - estensione 3.41 ha
  • Riserva Valle Scanderlotti - Comune di Garniga Terme - estensione 3.01 ha

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl