In via Giusti un murales che parla di comunità e cooperazione

Grazie ad un patto di collaborazione un'associazione, quattro artisti e un'architetta rigenerano la facciata dell'edificio, deturpata da graffiti e scritte.

Cambierà volto dal 18 al 22 aprile la facciata del condominio solidale che si affaccia su via Giusti, oggi deturpata da scritte e graffiti.

È stato infatti firmato nei giorni scorsi un patto di collaborazione nell’ambito del regolamento per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani che accoglie la proposta avanzata da Alan Vitti, in rappresentanza di un gruppo informale di cittadini, di realizzare sulla facciata del condominio un murales.

L’opera artistica avrà come tema la comunità e la cooperazione, proponendosi così come uno speciale biglietto da visita per la casa dove quattro famiglie, riunite nell’Associazione Comunità e famiglia – Trentino, vivono secondo logiche di  condivisione e solidarietà. Frutto della collaborazione di quattro artisti, è funzionale all'espressione dell'elemento  "mano". Una mano può generare legami, relazioni, gli scambi, ma può anche simboleggiare conflitti o scontri. La mano concepita per il muro di via Giusti vuole significare cooperazione e comunità, unione di energie e forze di singoli cittadini che operano a favore della collettività per il bene comune.

Scopo dell'iniziativa è offrire un contributo concreto e tangibile, mettendo a disposizione ciascuno le proprie abilità e competenze al fine di  porre un freno al degrado, ma soprattutto per contrastare  la rassegnazione di fronte ai quotidiani vandalismi e a comportamenti irriguardosi rispetto ai beni comuni e alle proprietà.

L’iniziativa rientra nelle attività che l’Amministrazione comunale ha messo in campo in questi anni per sostenere i cittadini che vogliono salvaguardare il decoro urbano, contrastando in particolare il vandalismo grafico che contribuisce in maniera sensibile ad aumentare il degrado urbano e il senso di insicurezza e a danneggiare il patrimonio culturale.

In questo ambito si muovono sia la valorizzazione della creatività giovanile attraverso l’attività del Tavolo Street art, sia la recente sottoscrizione del protocollo d'intesa tra Comune e Soprintendenza per i beni culturali, che punta ad attuare azioni comuni, semplificando le procedure amministrative e individuando forme di controllo e metodologie di intervento e di protezione specifiche.
Nel valutare la proposta il servizio Beni comuni e gestione acquisti ha coinvolto il servizio Gestione strade e parchi, il servizio Cultura turismo e politiche giovanili e la Circoscrizione di San Giuseppe - Santa Chiara, ricevendo altrettante valutazioni positive.

Posizione GPS

Come arrivare

Mercoledì, 17 Aprile 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl