Trento è la prima città smart di medie dimensioni in Italia

Rispetto all'anno scorso risale di una posizione e guadagna il quarto posto assoluto nella classifica di ICity Rate 2018, dietro a Milano, Firenze e Bologna.

Ancora un prestigioso riconoscimento per la città di Trento nell’ambito della qualità dei servizi e dell’applicazione dell’“intelligenza urbana” nella promozione di modelli di sviluppo sostenibile.

Trento, infatti, entra nel gruppo ristretto delle cinque città italiane più smart, ed è la prima tra quelle di medie dimensioni in Italia per ForumPA e ICity Lab.

Rispetto all'anno scorso risale di una posizione e guadagna il quarto posto assoluto nella classifica ICity Rate 2018, dietro a tre città metropolitane come Milano, Firenze e Bologna. Dietro a Trento, al quinto posto, si è classificata Bergamo. Nei primi dieci posti troviamo anche Torino, Venezia, Parma, Pisa e Reggio Emilia.

Il miglioramento della posizione in classifica della nostra città è il risultato soprattutto del primo posto guadagnato nella gestione dei rifiuti urbani e del secondo posto assicurato da ricerca e innovazione, ma anche negli altri quindici ambiti di policy presi in esame Trento può vantare valori superiori alla media nazionale, guadagnando il settimo posto nella top ten per quanto riguarda legalità e sicurezza, l'ottavo per attrattività turistico-culturale e verde urbano.

I risultati dell’indagine, che tiene conto di un centinaio di indicatori, sono stati presentati oggi a Firenze nell’ambito di ICity Lab, un'iniziativa di ForumPA che nasce per supportare tutti coloro che, ai diversi livelli, lavorano per rendere le nostre città più “intelligenti”. Un evento rivolto a politici, amministratori, imprese, associazioni, e cittadini per fornire loro strumenti utili per lo sviluppo innovativo e sostenibile dei territori.

Nella città toscana, per raccogliere questo importante riconoscimento, erano presenti l'assessore all'innovazione Chiara Maule e Giacomo Fioroni, capoprogetto Smart city.
“Un risultato che premia l’impegno corale di tutti i soggetti che a Trento hanno creduto in questa sfida: dall’amministrazione comunale, ai centri di ricerca, alle imprese private”, ha commentato l’assessore, intervenuta ai lavori di ICity Lab come relatrice su invito dell’Anci “Questo risultato ci conferma che l’obiettivo di diventare sempre più “smart city” non solo è un traguardo possibile, ma è sempre più una strada obbligata perché il diritto di cittadinanza non può essere disgiunto dalla possibilità dei cittadini di accedere a servizi sempre più efficienti grazie proprio agli strumenti innovativi dell’intelligenza urbana.”

Immagini

Mercoledì, 17 Ottobre 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 18 Ottobre 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl