Al via il restauro della Torre civica

Il 4 agosto 2015 la Torre di piazza è stata oggetto di un grave incendio che ha completamente distrutto le strutture in legno tra l'VIII e l'XI livello, facendo crollare l'incastellatura campanaria che sosteneva la “Renga”.

L'intervento di restauro, che si concentrerà nella parte alta della torre dove si sono verificati i maggiori danni, interesserà i paramenti murari in pietra e intonaco e i manufatti in legno danneggiati dal fuoco. Sono anche previsti alcuni interventi localizzati di riparazione e rinforzo strutturale.

Dal punto vista esecutivo il lavoro più significativo consiste nella realizzazione della nuova scala in acciaio, i cui elementi saranno calati all'interno della torre dalla cella campanaria - a 33 metri di altezza - e montati partendo dall'alto verso il basso.

La nuova scala, oltre a ripristinare i collegamenti interni della torre, consentirà di raggiungere il punto panoramico, da cui sarà possibile avere una visuale a 360°sulla città di Trento.

Al centro della cella campanaria sarà realizzata una nuova incastellatura in legno di larice sulla quale sarà posta la nuova campana della “Renga”. La campana settecentesca, che a causa delle altissime temperature ha subìto danni irreparabili e compromesso il suo il suo recupero funzionale, sarà calata all'interno della Torre civica e collocata all'ottavo livello.

L'intervento prevede inoltre il ripristino dei meccanismi per il suono della campana e il funzionamento degli orologi, oltre a un nuovo impianto di illuminazione e rilevazione incendi.

I lavori sono stati affidati all'associazione temporanea costituita dalle imprese Pederzolli Dino e Ampelio (Calavino), Officina Filippi (Cadine) e North Systems (Trento).

L'importo complessivo di progetto ammonta a complessivi 400mila euro; i lavori dureranno 180 giorni.

Immagini

Venerdì, 12 Gennaio 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl