Firmato il Patto per l'attuazione della sicurezza urbana

È stato sottoscritto recentemente dal Sindaco di Trento Alessandro Andreatta e dal Commissario del Governo per la Provincia di Trento Pasquale Gioffrè.

Nel rispetto delle reciproche competenze i due enti hanno deciso di adottare strategie congiunte per migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini e per contrastare ogni forma di illegalità, favorendo così l’impiego delle Forze di polizia per far fronte ad esigenze straordinarie del territorio.

Un intervento che si concretizza attraverso azioni volte alla:

  • prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria;
  • promozione del rispetto del decoro urbano.

Per prevenire e contrastare la criminalità, i firmatari hanno individuato quale prioritario obiettivo l’installazione e il potenziamento dei sistemi di videosorveglianza comunali nelle seguenti aree del territorio comunale maggiormente interessate da situazioni di degrado e di illegalità:

  • i sobborghi ovest e nord di fondovalle, ricompresi nelle zone di Ravina, Sardagna, La Vela, Gardolo, Spini, Melta di Gardolo;
  • i sobborghi della collina est, ricompresi nelle zone di Martignano, Cognola, Povo, Villazzano, Tavernaro, Oltrecastello, Mesiano, Valsorda;
  • le zone urbane periferiche a sud del centro città, ricomprese nella Circoscrizione Oltrefersina;
  • le zone urbane a ridosso della Z.T.L.;
  • gli ingressi ovest, nord e sud al territorio comunale, ricompresi nelle località Viote, Via Sponda Trentina, Via dei Pomari, Vigolo Baselga.

Con il compito di monitorare lo stato di attuazione del Patto, viene istituita presso il Commissariato del Governo per la Provincia di Trento una cabina di regia, composta dai rappresentanti delle Forze di polizia e della Polizia locale, con cadenza semestrale, anche ai fini della predisposizione, da parte del Commissario del Governo, della relazione informativa all’Ufficio per il coordinamento e pianificazione della Forze di polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, individuato quale punto di snodo delle iniziative in materia di sicurezza urbana.

Infine i firmatari si impegnano a favorire lo scambio informativo tra le Forze di polizia e la Polizia locale, richiamando inoltre il ruolo di centralità del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, quale sede privilegiata di esame e di coordinamento delle iniziative in materia di politiche di sicurezza urbana.

Giovedì, 05 Luglio 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl