Il sindaco annuncia la nuova Giunta: Corrado Bungaro alla Cultura, Alberto Salizzoni all'Urbanistica

L'obiettivo: “Compattare la coalizione”. Mariachiara Franzoia diventa vice. Salvatore Panetta presidente del consiglio comunale al posto di Lucia Coppola

Il sindaco Alessandro Andreatta, nella sala stampa di Palazzo Geremia, ha comunicato oggi la nuova composizione della Giunta comunale: Corrado Bungaro (Insieme per Trento), 49 anni, avrà le deleghe alla Cultura, Biblioteche, Ambiente e Pari opportunità (sostituisce Andrea Robol, dimessosi in seguito alla candidatura alle elezioni provinciali). Alberto Salizzoni (Insieme per Trento), 57 anni, si occuperà di urbanistica, edilizia privata e mobilità (sostituisce Paolo Biasioli); Mariachiara Franzoia (Pd), 39 anni, attualmente assessore alle Politiche sociali, assumerà anche l'incarico di vicesindaco al posto di Biasioli. Infine, a Salvatore Panetta
(Gruppo misto), 60 anni, andrà la presidenza del consiglio comunale (sostituisce Lucia Coppola, eletta in consiglio provinciale).

Andreatta ha così motivato la sua scelta: “Gli ultimi 20 anni di storia politica della città e il risultato delle elezioni provinciali ci insegnano che divisi si perde, uniti si può vincere. Insieme deve essere il nostro principio guida perché l'unità e la compattezza della coalizione, a cui è legata la forza del progetto politico, sono fondamentali. Per questo è importante il coinvolgimento di tutte le forze politiche”.

In quest'ottica, il sindaco ha spiegato la scelta di chiamare a un'assunzione di responsabilità nell'esecutivo comunale Bungaro e Salizzoni, tra i promotori di Futura 2018, il soggetto politico nato nell'estate di quest'anno, premiato dalle urne alle elezioni provinciali. “Ho chiesto invece un passo indietro all'area popolare, che rinuncia a un assessorato, ma che esprime la presidenza del consiglio – ha continuato il sindaco – Non si tratta di sostituzioni di persone, ma di dar vita a una maggioranza più compatta”. Su Paolo Biasioli, ex assessore all'Urbanistica, che esce dalla Giunta e ritorna a fare il consigliere semplice, Andreatta ha aggiunto: “E' la persona più leale, competente e generosa che abbia mai incontrato in questi ultimi anni. Non nego la fatica nell'assumere la decisione di sostituirlo, ma si tratta di una decisione finalizzata al consolidamento della coalizione”.

Mercoledì, 31 Ottobre 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl