Lavori al campo da calcio dei Solteri

Verranno realizzati nuovi spogliatoi e una sala associativa

L’attuale campo sportivo, situato in via Lunelli, è dotato attualmente di servizi minimi costituiti da prefabbricati adibiti a spogliatoi, magazzino, locale tecnico e ufficio. Tali strutture sono sottodimensionate rispetto agli standard richiesti dalla normativa di settore, in stato di degrado, non adatti alle necessità dell’utenza che devono ospitare (calciatori categoria “pulcini” e squadre di calcio a 7).

Con l'intervento proposto si sopperisce alla carenza di spazi nonché dall'esigenza di creare uno spazio dedicato alla sede della società sportiva che gestisce la suddetta struttura.

Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo volume contenente:

  • un locale adibito a spogliatoio/primo soccorso con una zona docce dedicata ed un wc a norma diversamente abili
  • la nuova sede della società sportiva anch'essa con antibagno accessibile dall'interno e dall'esterno e bagno a norma diversamente abili
  • un deposito interno
  • un locale deposito/lavanderia con accesso dall'esterno
  • un locale tecnico adibito a centrale termica
  • due spogliatoi per gli atleti.

La soluzione scelta dispone i locali lungo il confine ovest del campo da gioco per permettere di gestire al meglio gli accessi separati di giocatori e pubblico.
Il costo dei lavori ammonta ad 490mila euro. La durata dei lavori è prevista in 210 giorni naturali consecutivi dal 2 luglio 2018.
Il volume ospitante gli spazi associativi invece è concepito in modo da mantenere le attuali dimensioni del campo da gioco ed al contempo di fornire idonei spazi separati tra atleti, pubblico e associazione. Al fine di ridurre l’introspezione e i rischi di danneggiamenti/effrazioni, la facciata sul retro viene mantenuta completamente cieca concentrando le aperture sul fronte principale.

La facciata principale e le tribune (si recupera l'attuale struttura presente) sono protette dalla copertura che è concepita con diverso andamento a seconda dei locali che deve coprire. Pur avendo un disegno architettonico originale la forma del tetto segue motivazioni pratiche legate al fatto che spesso durante il gioco accade che i palloni vengano lanciati oltre le linee di gioco evitando così il loro recupero senza salire sulla copertura. La forma scelta presenta tre falde trasversali con converse con inclinazione verso il campo da gioco. In questo modo le palle fermate dalla rete perimetrale sono ributtate verso il campo.

Entrambi gli accessi alla struttura sportiva sono situati in  prossimità del parcheggio e direttamente collegati ai marciapiedi esistenti. I percorsi non presentano barriere e salti di quota, le aperture per accedere ai locali sono caratterizzate da una larghezza minima adeguata. Le zone destinate agli spettatori sono agevolmente raggiungibili e prevedono la possibilità di affiancamento di una sedia a rotelle agli spalti garantendo una confortevole visione dello spettacolo sportivo.

Gli spogliatoi degli atleti hanno dimensioni rispettivamente di circa 20 metri quadri con servizi igienici e 4 docce e risultano accessibili e fruibili dagli utenti diversamente abili, così come lo spogliatoio arbitro - primo soccorso. Sarà realizzato un deposito/magazzino per le attrezzature sportive di circa 25 metri quadri. La sala per l'associazione (36 metri quadri) è completa di servizi igienici dedicati. Si è scelta la tipologia edilizia ad un solo piano che prevede una struttura portante a telaio in cemento armato con tamponamenti in laterizio.
Le pareti perimetrali sono rivestite esternamente da un cappotto termico di spessore 14 cm in lana minerale, il pacchetto della copertura ne prevede 24 cm mentre la protezione da terra è garantita da uno strato isolante di spessore pari a 20 cm;  questa scelta progettuale assicura un ottimale isolazione termica dell’intero edificio, certificabile in classe A.

Per le tramezze interne si è optato in fase esecutiva per strutture in cartongesso sia per facilità di posa in opera e sia perché il cartongesso risulta di più facile finitura nella parte superiore, nell’incontro con il soffitto inclinato. Negli ambienti in cui la produzione di umidità è particolarmente frequente (wc, antibagno e docce) vengono posizionate lastre idrorepellenti, per garantire una corretta tenuta in presenza di vapore acqueo. La copertura è stata progettata come struttura in travi lamellari portanti, isolazione in lana minerale dello spessore di 24 cm e rivestimento finale in lamiera di acciaio zincato a giunti trasversali. Questa scelta garantisce il mantenimento dell’aspetto architettonico originale dell’edificio. Copertura e pareti laterali (prospetti nord e sud) sono rivestiti da lamiera di colore grigio scuro, mentre le pareti dei fronti principali (prospetti est e ovest) vengono tinteggiate di bianco con elementi decorativi in pittura colorata da realizzarsi nella seconda fase. I serramenti sui prospetti vengono proposti in pvc in quanto, pur garantendo una durata nel tempo, risultano altamente performanti in merito alle caratteristiche relativo all'isolamento termico. I pavimenti saranno realizzati in piastrelle ceramiche antiscivolo; nei wc, negli  antibagni e nei locali docce è previsto un rivestimento verticale in materiale ceramico in quanto risulta facilmente pulibile e igienizzabile con le sostanze in comune commercio.

Per quanto riguarda gli scarichi delle acque viene creato un collegamento delle acque nere con il sifone tipo Firenze presente nel  parcheggio posto a ovest del lotto; per le acque bianche è previsto un impianto a perdere con trincea drenate lungo il campo. L’intervento prevede la predisposizione di sei pannelli solari termici e 21 pannelli fotovoltaici sulla copertura. Una caldaia a condensazione garantisce acqua calda sanitaria e riscaldamento (sono previsti ventil- convettori e radiatori). Il ricambio d’aria è assicurato dalla ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore e dalle finestrature apribili. Per quanto riguarda la realizzazione dell'impianto elettrico si prevede l'installazione di corpi  illuminanti a led ad alta efficienza dotati di schermo diffusore per ridurre l'effetto abbagliamento , la realizzazione integrale dei punti utilizzo con l'installazione di comandi a pulsante e rilevatori di presenza per l'accensione automatica delle luci nei locali servizi e l'impianto di l’illuminazione di emergenza. Gli impianti saranno realizzati nel rispetto delle vigenti normative
Progetto di data ottobre 2017 redatto da: arch. Gianluca Niccolini per la parte edile ed architettonica, ing. Giorgio Eccli per il progetto strutturale, p.i. Pierangelo Cainelli - Servizio Gestione Fabbricati - per la parte impianti elettrici, p.i. Giovannio Stancher - Servizio Gestione Fabbricati - per la parte impianti meccanici, geom. Matteo Santoni per  la parte relativa alla sicurezza, dott.ssa Annalisa Cuoghi per la parte geologica e geotecnica, arch. Tiziana Weber - Servizio Gestione Fabbricati -per il coordinamento progettuale.

download

Rendering
File 3 Inquadramento aereo con inserimento.pdf (530,55 kB)

Martedì, 05 Dicembre 2017 - Ultima modifica: Mercoledì, 06 Dicembre 2017

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2017 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl