Monte Bondone: conclusa la gara per il piano di sviluppo

Concluse le verifiche di legge verranno illustrati in forma pubblica i contenuti della proposta e le azioni che verranno svolte dall'aggiudicatario.

Si è conclusa la procedura aperta per il conferimento dell'incarico di studio e predisposizione di un piano di sviluppo urbanistico, ambientale e turistico del Monte Bondone.

Dieci le offerte pervenute all'Amministrazione comunale, anche da fuori provincia. Ad eccezione di una offerta che è stata oggetto di esclusione, in quanto mancante di elementi essenziali, nove proposte tecniche sono state esaminate dalla commissione di gara nelle sedute del 20, 22 e 29 giugno. La commissione di gara ha apprezzato l'ampia partecipazione, la validità delle offerte tecniche e, in particolare, l'alto livello professionale dei diversi gruppi di lavoro che si sono proposti e delle relative esperienze pregresse.

Oggi si è svolta la seduta pubblica per l'apertura delle offerte economiche, al termine della quale è stata stilata la graduatoria, data dalla somma dei punteggi assegnati alle offerte tecniche ed economiche.

La migliore offerta complessiva risulta quella presentata dall'arch. Alessandro Oliveri, che ha ottenuto un punteggio totale pari a 98,09 su 100 punti disponibili, di cui 74,48 per l'offerta tecnica e 23,61 per l'offerta economica.

Risulta pertanto aggiudicatario l'arch. Alessandro Oliveri, con sede a Milano, per l'importo offerto pari a 28.080 euro (importo netto).

L'arch. Alessandro Oliveri si avvarrà, per lo svolgimento dell'incarico di studio, del gruppo di lavoro composto da: Angela Airoldi (G.&A. Snc), Giovanni Luca Bisogni (Nuova Qualità Ambientale srl), Tatiana Manuela Cini, Andrea Debernardi (META srl), Andrea Di Lascio (DL&M studio legale associato), Michela Gadaldi, Moris Antonio Lorenzi, Andrea Macchiavelli.

Nei confronti dell'aggiudicatario saranno disposti i controlli delle dichiarazioni sostitutive presentate relative ai requisti di partecipazione, per poter poi procedere all'affidamento dell'incarico e alla stipula del contratto.

L'ampia partecipazione alla selezione conferma l'interesse e l'attenzione rivolti alle potenzialità di sviluppo del Monte Bondone e ha dato all'Amministrazione comunale l'opportunità di valutare offerte tecniche molto valide, articolate e ricche di spunti interessanti, ottenendo inoltre un risparmio rispetto all'importo netto posto a base di gara che era fissato in 39mila euro.

Lo svolgimento dell'incarico comprende, fra le diverse attività, la realizzazione di un percorso di ascolto e di partecipazione aperta a tutti gli stakeholders per condividere le possibili prospettive di sviluppo del Monte Bondone.

Concluse le verifiche di legge verranno illustrati in forma pubblica i contenuti della proposta e le azioni che verranno svolte dall'aggiudicatario.

Giovedì, 13 Luglio 2017

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2017 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl