Motociclista non si ferma ad un posto di controllo

Ieri verso le 17 agenti della Polizia Locale in moto durante attività di controllo sulla circolazione stradale nella zona sud di Trento intimavano l'alt ad un motociclista al fine del controllo della circolazione stradale

Il conducente non si fermava all'alt ed iniziava una serie di manovre palesemente atte a darsi alla fuga con sorpassi azzardati creando pericolo alla circolazione stradale considero il traffico intenso vista l'ora. Iniziava così, da parte degli agenti motociclisti, un inseguimento che andava a fermarsi nel parcheggio di pertinenza dell'esercizio commerciale “McDonald's“ dove il conducente cercava di nascondersi dietro una siepe.

Alla vista degli agenti lo stesso gettava a terra, nel tentativo di disfarsene, un involucro di cellophane trasparente, contenente della presunta sostanza stupefacente (probabilmente hashish). La presunta sostanza aveva un peso di 9,528 grammi.

Nel tentativo di darsi alla fuga l'uomo opponeva resistenza, divincolandosi e colpendo con un calcio uno dei due agenti. Ne conseguiva una colluttazione al termine della quale il soggetto veniva bloccato a terra ed ammanettato. Sopraggiungevano nel frattempo altre pattuglie della Polizia Locale per condurre il conducente presso la locale Questura per procedere alla sua identificazione ed accompagnarlo poi in ospedale per accertare se era alla guida sotto effetto di alcool o di sostanze stupefacenti.

Si procedeva a deferire in stato di libertà personale il signor F.M. ed a denunciarlo per resistenza a Pubblico Ufficiale, rifiuto di dare indicazioni sulla propria identità e mancata esibizione dei documenti di identificazione personale di cittadino extracomunitario.

In merito alle violazioni del Codice della Strada, venivano contestate le seguenti infrazioni:

art. 192 CdS - inottemperanza all'invito di fermarsi;

art. 116 CdS – guida senza patente;

art. 80 CdS – guida di veicolo privo della revisione periodica;

art. 100 CdS - Installazione irregolare di targa;

art. 141 CdS – velocità non commisurata alle situazioni ambientali;

art. 79 CdS – guida di veicolo con battistrada usurato .

Veniva inoltre contestato l'art. 75 DPR 309/90 per detenzione per uso personale di presunta sostanza stupefacente.

Mercoledì, 12 Settembre 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl