Un nuovo protocollo per il Tavolo territoriale di comunità

A seguito dell'istituzione del Territorio Val d'Adige, secondo quanto stabilito dalle legge provinciale in materia di governo dell'autonomia del Trentino, i Comuni di Trento, Aldeno, Cimone e Garniga Terme costituiscono un unico territorio per la gestione in forma associata delle funzioni amministrative e dei servizi relativamente alle materie dell'assistenza scolastica, dell'assistenza e beneficenza pubblica, dell'edilizia pubblica e sovvenzionata e dell'urbanistica.

La convenzione stipulata tra i Comuni appartenenti al Territorio Val d'Adige prevede, tra l'altro, l'istituzione di un Tavolo territoriale quale organo di consulenza e proposta per le politiche sociali locali, definendone la composizione e le modalità di funzionamento, che sono state dettagliate e concordate con apposito protocollo sottoscritto in forma privata dai Sindaci il 26 luglio 2012.

Alla luce di questi primi anni di attività, la Giunta comunale ha approvato una nuova proposta di protocollo operativo del Tavolo territoriale di comunità, considerata l'esigenza di adeguare il testo alle innovazioni legislative e all'opportunità di rivedere alcuni aspetti di tipo organizzativo e di rappresentanza.

Nel nuovo protocollo, che sarà sottoposto all'esame della Conferenza permanente dei Sindaci, per la relativa approvazione, si precisa che il Tavolo territoriale raccoglie le istanze del territorio nel settore delle Politiche sociali e contribuisce all’individuazione e all’analisi dei bisogni e delle risorse considerando in particolare alcuni ambiti: il lavorare, l'abitare, il prendersi cura, l'educare, il fare comunità.

La composizione del Tavolo viene parzialmente rivista e integrata, prevedendo la presenza dell'Assessore alle Politiche sociali del Comune di Trento, con funzione di indirizzo e impulso dei lavori e di un referente delle politiche sociali per ognuno dei Comuni di Aldeno, Cimone e Garniga Terme. Accanto a loro vengono confermati un rappresentante del Consiglio dei Presidenti delle Circoscrizioni, il responsabile del Servizio Attività sociali del Comune di Trento o suo delegato, un rappresentante designato dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello provinciale, un rappresentante del distretto sanitario designato dallo stesso, un rappresentante dei servizi educativi e scolastici del Territorio e da un rappresentante designato dalle Apsp del Territorio.

Si prevede poi la presenza di un componente designato dall'Università di Trento tra i propri docenti e di un componente designato dalla Fondazione Demarchi scelto tra i membri del Consiglio di amministrazione. A completare il Tavolo saranno sei rappresentanti del Terzo settore trentino, designati dalle stesse organizzazioni operanti sul Territorio, tra cui un designato da “Non profit network- CSV” e da un componente indicato dal Forum delle Associazioni Famigliari del Trentino.

Martedì, 14 Marzo 2017

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2017 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl