Una carta dei diritti del caregiver, per prendersi cura di chi si prende cura

Obiettivo è quello di riconoscere i caregiver come soggetti portatori di diritti oltre che erogatori di sostegno e supporto al malato.

Il nostro sistema di welfare assegna storicamente alla famiglia, e in particolar modo alla donna, il compito di cura dei propri componenti. Questo impianto è entrato in una crisi profonda in parte dovuta all'assottigliarsi della struttura familiare (famiglia a Trento formata mediamente da 2,2 componenti), all'aumento notevole dei single e, per contro, alla crescita esponenziale, in conseguenza del fenomeno dell'invecchiamento della popolazione, dei carichi assistenziali.

L'onere di cura, di cui si fanno carico questi familiari, aumenta con il progredire della malattia cronico-degenerativa come l'Alzheimer sino al punto da mettere in gioco la propria vita e la propria salute. La caregiver familiare diventa un tuttofare che deve accudire, somministrare le terapie, sbrigare pratiche burocratiche diventando spesso “vittima” di questo grande carico di lavoro.
L'idea quindi di affiancare alla carta dei diritti del malato di Alzheimer un documento riportante gli altrettanto legittimi diritti del caregiver, di chi si prende cura, troppo spesso sottovalutati se non “calpestati”, è una scelta che tende a completare la “mappa” dei diritti e sopratutto il corretto percorso di presa in carico e cura.

download

La carta dei diritti del caregiver
File 20190611_LA CARTA DEI DIRITTI DEL CAREGIVER.pdf (209,55 kB)

Martedì, 11 Giugno 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl