Trento informa - puntata 11 maggio 2018

Video quasi interamente dedicato all'adunata degli alpini, con notizie sui principali appuntamenti, consigli su come muoversi (nei giorni dell'adunata, in particolare sabato e domenica è sconsigliato raggiungere Trento o muoversi per la città in auto) e informazioni sulle misure di sicurezza adottate.

Trento capitale degli alpini

A Trento è entrata nel vivo l'Adunata Nazionale degli Alpini. Ecco allora i principali appuntamenti in un calendario fitto di incontri e manifestazioni.

In Piazza Dante c'è la Cittadella della Protezione Civile, mentre al parco ex S.Chiara c'è quella degli alpini. Venerdì sera alle 21 sul Doss Trento c'è il concerto del Coro della Sosat e della banda di Cavedine. Sabato a mezzogiorno allo stadio Briamasco c'è il lancio dei paracadutisti. Alle 16 in Duomo si svolge la messa in suffragio di tutti i Caduti, mentre alle 18 al Teatro Sociale è prevista la cerimonia con il saluto delle autorità. In serata la città sarà in festa con i concerti di cori e fanfare per le vie.

Domenica 13 maggio è il giorno della grande sfilata che inizierà alle 9 sul percorso che da via Giusti porta in piazza Dante fino allo scioglimento nella zona di via Segantini. La sezione trentina dovrebbe sfilare verso le 19. Al termine ci sarà il passaggio della stecca con Milano che ospiterà l'adunata del prossimo anno.

Muoversi nell'adunata

Nei giorni dell'adunata, in particolare sabato e domenica è sconsigliato raggiungere Trento o muoversi per la città in auto.

Chiusa al traffico la zona rossa e, da mezzogiorno di venerdì anche quella arancione. Quella blu dove si ammassano gli alpini per la partenza della sfilata sarà chiusa dalle 20 di sabato alle 20 di domenica. Sono stati chiusi i parcheggi ex Sit, Sanseverino e Zuffo, mentre quello di via Monte Baldo chiuderà alle 19 di sabato. A Ravina è stato allestito un grande parcheggio, servito dalle linee 12 e 14, e poi ci sono l'ex Cofrut di Mattarello e i parcheggi messi a disposizione dall'Università a Povo e a Mesiano. È previsto l'arrivo di 1000 corriere.

Sui principali accessi alla città sono stati istituiti dei punti informativi. Gran lavoro per la polizia municipale che in caso di emergenza ha previsto lo sgombero delle vie in breve tempo.

Pierangelo Vescovi, Commissario Capo Polizia Locale Trento: Il servizio è stato strutturato in maniera tale da avere un contingente, un'aliquota di pattuglie anche attraverso il coinvolgimento di quelli che possono essere i servizi di rimozione, in grado di far fronte, nei limiti del possibile e compatibilmente con il traffico veicolare, ad un intervento molto rapido per garantire il ripristino della circolazione.

Sul fronte del servizio di trasporto pubblico venerdì e sabato sono in vigore i percorsi delle linee festive con frequenze aumentate e 22 ore di servizio. Le tabelle alle fermate non sono state modificate, tutte le informazioni si trovano sui siti adunatatrento2018.trentinotrasporti.it  o www.ttesercizio.it.

Domenica, invece, riorganizzazione totale all'insegna di una mobilità leggera per rinforzare anche le navette che porteranno gli alpini dalla fine della sfilata ai loro pullman. Sono validi tutti i titoli di viaggio e si può utilizzare l'adunata card.

Andrea Saltori, Responsabile Servizio Urbano Trentino Trasporti: Credo sia doveroso rivolgere a tutti i cittadini un appello ad un sano spirito di adattamento, in stile alpino, e di comprensione per chi, come gli autisti del servizio pubblico, deve operare in condizioni che sono veramente estreme per la città.

Per le linee extraurbane, essendo chiusa la stazione di piazza Dante, sono stati istituiti dei capolinea provvisori a Mattarello, Romagnano, Villazzano e Gardolo.

Un'adunata sicura

Per garantire la sicurezza durante l'adunata  si è messa in moto la macchina di protezione civile e forze dell'ordine.

Il Comune ha poi emesso una specifica ordinanza che riguarda il commercio e interessa le zone rossa, arancio e blu e quelle dove si scioglie la sfilata di domenica. Negli spazi esterni aperti al pubblico, eccetto quelli assegnati con specifico bando, sono vietati bracieri e piastre. Inoltre gli esercenti non potranno utilizzare all'esterno bicchieri di vetro. Si potrà tornare a consumare alcolici nelle aree verdi e i titolari di plateatici potranno posizionare dei banchi per la mescita, senza però uscire dagli spazi assegnati e senza montare strutture fisse che potrebbero ostacolare i soccorsi. Sono previste anche specifiche norme antiabusivi con il divieto di vendita su area pubblica in forma itinerante.

Mauro Eccel, Commissario Capo Polizia Locale Trento: Le occupazioni abusive creano problemi sia di utilizzo degli spazi, di concorrenza irregolare nei confronti di chi ha uno spazio, un negozio, uno spazio pubblico già assegnato.

Le disposizioni sono in vigore fino alle 6 di lunedì 14 maggio.

Summerjobs

Da lunedì prossimo è possibile fare richiesta per essere fra i trenta ragazzi dell'edizione di quest'anno di Summerjobs.

Si tratta di un progetto del Comune di Trento che offre ai giovani di 16 e 17 anni l'opportunità di provare un'esperienza di avvicinamento al lavoro retribuita con 70 euro lordi a settimana e di mettere a frutto il loro impegno civico. Sono due le proposte per quest'estate:

  • 5 turni di due settimane all'ufficio parchi e giardini per la manutenzione del verde cittadino
  • 1 turno di due settimane al servizio gestione strade e parchi per la pulizia dei muri cittadini imbrattati.

Le domande vanno consegnate a mano presso lo Sportello Giovani in via Belenzani 13, nei giorni da lunedì 14 a mercoledì 16 maggio dalle 15.30 alle 17.30 secondo le indicazioni che si trovano sul sito www.trentogiovani.it.

La selezione si svolgerà con un sorteggio pubblico presso lo stesso sportello giovedì 17 maggio.

5X1000 in Comune

Ogni cittadino, nel compilare l'annuale dichiarazione dei redditi, può scegliere di destinare il cinque per mille al sostegno delle attività sociali svolte dal proprio Comune di residenza. Non si tratta di un’imposta aggiuntiva, ma di una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia per destinarla al finanziamento delle attività svolte dalle organizzazioni scelte dai contribuenti: basta mettere una firma nell'apposito riquadro.

Nell'anno di imposta 2014 sono stati raccolti quasi 35mila euro, cifra che è stata assegnata al Comune di Trento nel 2017.

I soldi sono stati utilizzati per inserire nel mondo del lavoro persone disabili che hanno potuto anche sperimentare progetti di coabitazione e per incentivare l'occupazione di persone messe in difficoltà dalla crisi nell'ambito del Distretto dell'Economia Solidale.

In chiusura vi ricordiamo che potrete rivedere questa puntata sul sito del Comune di Trento e su quello di Rttr La Televisione.

Durata
6'42''

Venerdì, 11 Maggio 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 14 Maggio 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl