Trento informa - puntata 23 marzo 2018

Le premiazioni di Trento e Rovereto Play & Go, la città in numeri con Trento statistica, ripartono i Piani giovani di zona, il Palatrento è diventato ufficialmente BLM Group Arena.

Muoversi in alternativa

Lasciare a casa l'auto conviene e in alcuni casi premia. Si è conclusa proprio con la consegna di riconoscimenti ai più virtuosi l'iniziativa "Trento e Rovereto Play & Go" promossa dalle amministrazioni comunali delle due principali città trentine con la collaborazione della Fondazione Bruno Kessler.

Lo scopo era quello di incentivare gli spostamenti sostenibili muovendosi con i mezzi pubblici, in bicicletta o a piedi. Hanno partecipato 1.079 giocatori, con un'adesione attiva di 747 persone. Pianificando il proprio itinerario con l'applicazione elaborata da Fbk, Viaggia Play&Go, quanti hanno aderito a questa sfida potevano scegliere tra varie offerte di spostamento; il sistema, automaticamente, incentivava le combinazioni più sostenibili assegnando punti ai singoli partecipanti. La app non si limita però alla sfida ecologica.

Laura Cattani, CapoUfficio Mobilità Comune di Trento: Viaggia Trento è un'applicazione sviluppata da Fbk che non solo pianifica ma ha in sè anche le politiche del Comune, vale a dire non solo offre soluzioni di mobilità ma anche dà conto di quali sono i tempi e i costi che possono essere in ambito urbano paragonabili se fatti in bicicletta piuttosto che con l'autobus o la macchina.

Questa edizione ha raddoppiato i risultati di quella precedente. In 25 settimane, da settembre a marzo, sono stati monitorati quasi 53mila viaggi sostenibili e percorsi quasi 245mila chilometri. In termini ambientali, si stimano 50 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, ma soprattutto il fatto che molti hanno cambiato il loro stile di vita in senso più ecologico.

Trento in cifre

Una città la cui popolazione ha ripreso a crescere, dove aumentano anziani e single. È la fotografia scattata alla fine dello scorso anno dal dossier Trento Statistica. Il numero degli abitanti è in leggero aumento.

Antonella Marin, CapoUfficio Studi e Statistica Comune di Trento: Dopo qualche anno di stabilità siamo prossimi alla soglia dei 118 mila abitanti per l'esattezza 117.997.

L'aumento non è però dovuto al fatto che nascono più bambini, anzi, il numero dei parti è in calo superato dal numero dei decessi.

Antonella Marin, CapoUfficio Studi e Statistica Comune di Trento: Più gli individui tendono a invecchiare favorendo la conservazione e l'invecchiamento della popolazione, vivendo più a lungo, più è probabile che l'ndamento dei decessi e il tasso di mortalità sia crescente, e in effetti l'invecchiamento della popolazione c'è, l'indice di vecchiaia è in costante aumento e l'età media della popolazione ha raggiunto i 44,4 anni.

A far crescere la popolazione, allora, è il cosiddetto saldo migratorio. È in aumento il numero di chi arriva da fuori che per il 91% è straniero. Chi se ne va, invece, è per il 71% italiano: sono soprattutto i giovani a lasciare il capoluogo.
Gli stranieri sono in crescita e rappresentano l'11,3% della popolazione. Dei 983 bambini nati a Trento nel 2017, 202 sono figli di stranieri. I matrimoni sono calati del 3% e solo il 26% sono stati celebrati in chiesa. Aumenta il numero di chi vive da solo, il 40% del totale della popolazione, una percentuale in crescita anche fra gli stranieri.

I piani dei giovani

I “Piani giovani di zona” ritornano puntuali, all'inizio della primavera, con il loro carico di proposte. Lo spirito è quello di sempre: si tratta infatti di iniziative pensate per i giovani e in larga parte coprogettate dai giovani, che avranno modo di sperimentare le proprie competenze e di acquisirne di nuove scoprendo magari nuovi talenti e nuovi hobbies.

Quest'anno sono ventidue i progetti divisi in cinque gli ambiti tematici: Arte e cultura, Cittadinanza attiva, Avvicinamento al lavoro, Sport e benessere e Musica che è la novità di questa edizione. I ragazzi potranno, ad esempio, misurarsi con la gestione di una web radio, imparare ad usare meglio i social oppure disintossicarsi dagli stessi social in un “summer camp” internet free.

Le iniziative coinvolgono tutte le Circoscrizioni di Trento e i Comuni di Aldeno, Cimone e Garniga.

Nadia Tomasi, Ufficio Politiche Giovanili Comune Trento: I ragazzi che partecipano vanno dai 16 ai 29 anni massimo. Poi i piani giovani si rivolgono ai ragazzi dalle medie ai 29 anni, quindi ci sono anche dei progetti di informatica rivolti ai 12-13 anni, o di animazione sportiva anche rivolti ai più piccoli fatti comunque da ragazzi giovani, tra i 25 e i 28 anni.

Nel 2017 i  Piani giovani hanno coinvolto complessivamente 2.700 persone. Il costo di quest'anno di quasi 132mila euro è sostenuto da Provincia, Comuni interessati, soggetti responsabili dei progetti oltre che dalle iscrizioni.

Tutte le informazioni si trovano sul sito Trento Giovani.

Il battesimo dell'Arena

Il Palatrento è diventato ufficialmente BLM Group Arena. A tenere a battesimo il nuovo nome impresso sulla facciata della struttura sono stati, nei giorni, scorsi, una rappresentativa di Diatec Trentino Volley e Dolomiti Energia Aquila Basket, gli esponenti del Comune e i vertici del Gruppo.

La multinazionale meccanica, che ha sede a Levico, si è aggiudicata l'asta bandita dal Comune di Trento per 202mila euro all'anno per i prossimi 5 anni. Intanto proprio il palazzetto si prepara al tanto atteso ampliamento, per adeguarne la capienza, con un investimento di 5 milioni di euro.

In chiusura vi ricordiamo che potrete rivedere questa puntata sul sito del Comune di Trento e su quello di Rttr La Televisione.

Durata
6'12''

Venerdì, 23 Marzo 2018 - Ultima modifica: Martedì, 27 Marzo 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl