Trento informa - puntata 28 settembre 2018

Con l'inizio della scuola è ripartito il servizio di sorveglianza scolastica, il bilancio di un'estate al lavoro con Sumemrjobs 16-17 e l'attività del Tavolo Street art per rendere più bella e colorata la città.

Tornano i nonni vigile

Con il nuovo anno scolastico, iniziato lo scorso 12 settembre, è partito anche il servizio di vigilanza scolastica presso le scuole primarie della Circoscrizione Oltrefersina.

I nuovi nonni vigile, seppur in una formula diversa rispetto alla precedente, sono naturalmente tutti volontari e permettono agli scolari di percorrere in completa sicurezza gli attraversamenti pedonali che portano alle scuole Nicolodi, Clarina e Madonna Bianca. Un servizio preziosissimo, gestito dal Comitato delle Associazioni di Oltrefersina, con il supporto della Circoscrizione e del Comune di Trento.
Sette in totale le postazioni: tre per la scuola Clarina e due a testa per le Nicolodi e Madonna Bianca. Un lavoro non da poco per cui servono sempre volontari che possano mettere a disposizione un po' del loro tempo. Per farlo basta contattare la Circoscrizione Oltrefersina al numero 0461 889872, a cui è possibile anche chiedere tutte le informazioni del caso.
Il servizio è ripartito per il terzo anno consecutivo anche nella circoscrizione Argentario, con le consuete tre postazioni della scuola Zandonai, presidiate dai volontari gestiti dal Comitato Attività Ricreative e Culturali di Martignano, che per primo ha raccolto l'eredità dei nonni vigile.

Un'estate al lavoro

Ventisei ragazzi e ragazze di 16 e 17 anni, divisi in squadre di massimo cinque componenti, al lavoro su sei turni della durata di due settimane ciascuno: sono i partecipanti dell'edizione 2018 di Summerjobs 16-17, iniziativa organizzata dall'Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Trento, che ha impegnato i ragazzi da metà giugno alla metà settembre.
Nadia Tomasi, Ufficio Politiche Giovanili Comune di Trento: La maggior parte delle squadre ha lavorato sulla cura del bene comune, che è uno degli obiettivi anche di Summerjob, rispettare la città, imparare a capire il lavoro che c'è dietro nella pulizia e nella cura di una città, per cui hanno aiutato a rimuovere le erbacce, a pulire i parchi, a distribuire la corteccia nelle aiuole, qualcuno più fortunato, dipende dal periodo,  ha anche piantato qualche piantina nei parchi S. Chiara, San Marco e così via.
Quest'anno, per la prima volta, una squadra è stata utilizzata anche per imbiancare i muri del parcheggio ex Sit, pronti per essere dipinti, la prossima primavera, nell'ambito delle attività organizzate dal Tavolo della Street Art.

L'obiettivo principale di Summerjobs è quello di avvicinare i giovani al mondo del lavoro, rendendoli consapevoli delle sue regole. Ogni squadra è stata seguita da un responsabile comunale, che giornalmente ha assegnato e supervisionato il lavoro, in coordinamento con un educatore. I ragazzi hanno ricevuto anche una retribuzione: 140 euro lordi per le 40 ore distribuite su due settimane. Un'esperienza che i partecipanti hanno decisamente apprezzato, visti i feedback positivi arrivati al termine delle attività.

La street art per la città

Uno spazio di confronto aperto, con soggetti che si occupano di espressione artistica, di inclusione sociale giovanile e di educazione alla legalità attraverso la forma artistica dei murales.
È il Tavolo Street Art, coordinato dall'Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Trento e avviato lo scorso anno. Un'esperienza che si è anche allargata ad altri soggetti che hanno chiesto di farne parte e che, in collaborazione con il servizio beni comuni e alcune circoscrizioni, ha l'obiettivo di utilizzare la street art come mezzo per riappropriarsi della città, educando al contempo alla legalità e alla cura dei beni comuni attraverso la rigenerazione urbana e la messa a disposizione di muri liberi che sono diventati una tela urbana.
Tiziana Pedrel, Ufficio Politiche Giovanili Comune di Trento: In alcune occasioni abbiamo invitato degli artisti di fama nazionale a realizzare delle opere. Made514 ha realizzato un'opera sulla facciata del Centro Musica, quest'anno Dado ha realizzato un'opera sulla rotatoria del ponte di San Lorenzo, l'ex distributore, e queste sono appunto occasioni per vedere artisti professionisti a quel punto all'opera.
Dieci artisti hanno aderito nel periodo estivo alla Hall of Fame, prendendosi cura di 13 diversi lotti. 240 i metri quadri totali messi a disposizione dal Comune. Inoltre i Muri Liberi, in particolare quello in via Jedin vicino alla Skatepark, sono molto utilizzati dai giovani writer. Il nuovo sportello per i giovani, Civico 13, il prossimo 15 novembre dedicherà un appuntamento di approfondimento proprio sulla street art. E il Tavolo Street Art promuove anche il Progetto riGENERAZIONE 18.
Virginia Sartori, Presidente Associazione Alchemica: Un progetto di arte urbana e rigenerazione urbana della città, è pensato per giovani che possono venire a vedere la realizzazione di due murales, uno a San Pio X e uno a Canova, e a partecipare a due workshop, che saranno il 13 ottobre quello di stampa urbana, dove utilizzeremo la città come matrice di stampa per realizzare magliette, borsine, cartoline e materiale cartaceo, e un workshop di grafica che invece darà le basi per i ragazzi che vogliono prendere questa strada lavorativa, in cui spiegheremo come realizzare un volantino per la pubblicità di un evento, ma realizzeremo anche una grafica per una stampa su maglietta.

Le iscrizioni al progetto sono aperte fino al 30 settembre
In chiusura vi ricordiamo che potrete rivedere questa puntata sul sito del Comune di Trento e su quello di Rttr La Televisione.

Durata
5'56''

Venerdì, 28 Settembre 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl