Trento informa - puntata 8 giugno 2018

Aperta la stagione dei lidi, un nuovo canale di informazione dal Comune con l'app Shelly, Trento si colora con la street art, aperte le iscrizioni al progetto Oltre(passare) le mura.

Al via la stagione dei lidi

Hanno aperto i battenti per la stagione estiva lo scorso primo giugno i lidi della città di Trento, quello di Gardolo e quello di via Fogazzaro. Orario continuato dalle 9 alle 21 fino al 16 luglio e poi dalle 9 alle 20 fino al 2 settembre.

La stagione è stata inaugurata ufficialmente evidenziando gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria messi a punto nei due centri, con focus su sicurezza, per esempio tutti gli impianti sono dotati di defibrillatore, e aspetti igienico sanitari, con il controllo costante della qualità dell'acqua e delle strutture.  Un'importante novità riguarda anche la gestione dei bar interni.

Antonio Divan, Presidente Asis: Ovviamente sono stati fatti dei lavori di ammodernamento di tutte le piscine, manutenzione ordinaria, un po' anche straordinaria, e una buona novità è che per quanto riguarda la gestione dei bar ha vinto la gara una cooperativa che si avvale poi anche dell'ausilio delle due scuole alberghiere di Rovereto e di Levico e quindi avremo come soggetti interessati a prestare questo servizio dei ragazzi studenti e quindi un inizio di inserimento nel mondo del lavoro.

Nell'estate 2017 il beltempo ha fatto alzare gli ingressi rispetto alla stagione precedente di oltre un quinto, per un incasso che ha sfiorato i 30.000 euro di aumento. Dati, però, che non si possono prevedere in quanto sempre strettamente legati all'andamento climatico.

Asis chiude in positivo anche la stagione invernale col centro del fondo alle Viote: quasi triplicati gli accessi, grazie alla tanta neve naturale caduta dopo anni di assenza.

Tornando alla stagione calda, in questi 94 giorni di apertura lavoreranno ai due lidi, oltre ai dipendenti Asis, altre 55 persone per coprire 24.000 ore di lavoro complessive. Impegnati anche 30 assistenti bagnanti per garantire la sicurezza nelle vasche. Attenzione particolare alla gestione dei rifiuti: anche nella struttura di Trento Nord verrà installata la pressa che ha già permesso lo scorso anno di ridurre del 50% al centro Manazzon la produzione di rifiuto residuo. Confermate nei due lidi anche le casette-biblioteca per il book sharing.

Più sicuri con Shelly

Informazioni direttamente dal comune di Trento geolocalizzate, inviate ai cittadini dove e quando servono. È quanto promette di fare l'applicazione Shelly, già scaricabile on line su tutti gli store. Uno strumento innovativo nato grazie alla collaborazione tra Palazzo Thun e la startup Top Evolutions, condiviso dalla polizia locale.

Nicola Zanella, Dirigente Servizio Innovazione Comune Trento: Iniziamo con una parte di informazione del Comune verso i cittadini, informazione che avrà a che fare con la mobilità, e quindi carreggiate bloccate, incidenti, divieti di parcheggi straordinario, persone scomparse, dopodiché nei mesi successivi integreremo le segnalazioni dei cittadini all'interno delle piattaforme che già usiamo in Comune, come SensorCivico.

L'amministrazione comunale potrà anche rispondere alle segnalazioni dei cittadini. Nei prossimi mesi verranno integrati i dati relativi all'attività di pulizia stradale, affiancando in questo modo la app Trento Pulizia Strade già disponibile.

Il patto di collaborazione ha una durata di tre anni, dopo i quali potrà essere rinnovato ed eventualmente riformulato in base a nuove esigenze, osservazioni e obiettivi emersi dalla sua realizzazione.

Dolomiti Pride, ecco i divieti

Il 9 giugno Trento ospiterà il corteo del Dolomiti Pride a cui si prevede parteciperanno circa 3mila persone. La manifestazione partirà alle 15 da piazza Dante e attraverserà via Gazzoletti, via Torre Verde, piazza Sanzio, via Bernardo Clesio, via dei Ventuno, piazza Venezia, largo Porta Nuova, via San Francesco d'Assisi, piazza Fiera, via Travai,via Rosmini, via Verdi, via Sanseverino per concludersi al parco delle Albere.

Sarà quindi vietato parcheggiare e fermarsi a partire dalle 13 in piazza Dante di fronte al Palazzo della Regione, in via Gazzoletti e in via Travai da via 24 maggio a via Rosmini.

Divieto di transito anche sul percorso della manifestazione per il tempo necessario a far sfilare i partecipanti. Le corse del trasporto pubblico potranno subire rallentamenti, brevi interruzioni e deviazioni.

Trento si colora con la street art

Trento si colora con la street art e i muri degradati o abbandonati si trasformano in tele a disposizione di giovani artisti che possono esprimersi liberamente e riappropriarsi della città in modo legale. Sono gli obiettivi del Tavolo Street Art, coordinato dall'ufficio politiche giovanili del Comune di Trento, a cui partecipano diverse associazione e cooperative.

Rosanna Wegher, Ufficio Politiche Giovanili Comune di Trento: Sono stati individuati dei muri, è stata fatta una mappatura con la quale stati individuati i cosiddetti muri liberi, dove i ragazzi  in questi spazi possono liberamente usarla come una tavolozza per provare, portarsi proprio i colori e farlo nella legalità. Questo era un primo obiettivo. In più sono stati individuati alcuni muri, cosiddetti hall of fame, dove dei ragazzi che magari hanno un po' più di esperienza possono cimentarsi nelle proprie opere e per un paio di mesi tenerle e prendersene cura.

Per farlo basta scaricare il modulo dal sito trentogiovani.it e inoltrare la richiesta. È previsto anche un monitoraggio periodico da parte di alcuni componenti del Tavolo.

A oggi sono stati assegnati 8 muri hall of fame ad altrettanti artisti che hanno aderito al progetto. Altre opere stanno prendendo forma in città e nei dintorni: sui muri liberi ha già lavorato una trentina di artisti.

Prossimo appuntamento il workshop di 5 incontri organizzato dall'Associazione Balaclava, che fa parte del tavolo Street Art, ogni settimana dal 15 giugno al 15 luglio allo skate park di via Jedin, aperto ai ragazzi dai 14 ai 18 anni.

Oltre(passare) le mura

Si chiama Oltre(passare) le mura ed è un progetto di educazione alla cittadinanza globale rivolto ai ragazzi delle scuole superiori realizzato all'interno dei piani giovani di zona della Provincia di Trento e proposto dal Tavolo Trento Generazioni Consapevoli, coordinato dall'ufficio politiche giovanili del Comune.

Il percorso prevede un campus semi residenziale a inizio settembre in cui le attività di tipo formativo sui temi della cittadinanza globale si alterneranno a laboratori artistici. Le esperienze e le riflessioni maturate durante il campus daranno vita a performance artistiche che gli stessi giovani presenteranno nelle scuole e durante eventi pubblici.

Le iscrizioni sono aperte fino al 15 giugno. Gli studenti che vogliono partecipare nell'ambito dell'alternanza scuola lavoro devono rivolgersi alla segreteria del proprio istituto, per tutti gli altri il riferimento è la Cooperativa Kaleidoscopio

In chiusura vi ricordiamo che potrete rivedere questa puntata sul sito del Comune di Trento e su quello di Rttr La Televisione.

Durata
6'27''

Venerdì, 08 Giugno 2018 - Ultima modifica: Mercoledì, 13 Giugno 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl