Attività edilizia: aumentano le pratiche, diminuiscono i tempi d'attesa

La riorganizzazione avviata l'anno scorso riduce i giorni necessari a evadere le richieste. E alcune procedure, grazie alla digitalizzazione, traslocano on line.

È stato un anno di intenso lavoro il 2018 per il Servizio Attività edilizia del Comune di Trento che, di recente, ha sperimentato una radicale riorganizzazione finalizzata a ridurre i tempi delle pratiche e a migliorare il rapporto con i cittadini.

Nell'introdurre la conferenza stampa l'assessore Alberto Salizzoni ha ricordato che “Il servizio è stato interessato negli ultimi mesi da un importante impulso di riorganizzazione che ha portato ad un ripensamento in particolare dell'attività di front office a diretto contatto con i cittadini e i professionisti, in un'ottica di semplificazione e miglioramento dei tempi di risposta. Un lavoro che sta dando buoni risultati e conseguente fiducia per accelerare in questa direzione, grazie anche ad uno staff di professionisti giovani e motivati che costituiscono per l'Amministrazione comunale una garanzia per il futuro.”

Di seguito, alcuni dati e dettagli organizzativi che fotografano i dodici mesi appena trascorsi.

Numeri e tempistica delle pratiche

Il Servizio ha in gestione un numero rilevante di pratiche. Ecco i dati del 2018 divisi per tipologia:

  • Permessi di costruire 390 (nel 2016 erano 206, nel 2017 erano 304)
  • Scia 1.747 (nel 2017 erano 1.640)
  • Cila, Comunicazione di inizio lavori asseverata, 943 (novità anno 2019)
  • Comunicazioni opere libere 3.876
  • Autorizzazioni paesaggio 214
  • Pareri preventivi 42
  • Pareri vari 169
  • Richieste accesso atti 700
  • Pratiche di sanatoria 124
  • Segnalazioni 160

Per quanto riguarda i tempi di evasione delle pratiche, si evidenzia soprattutto per i permessi di costruire un notevole miglioramento dei tempi: si passa infatti da una media di 155 giorni nel 2016 e di 75 giorni nel 2017 ad una media di 58,57 giorni nel 2018 per i permessi di costruire ordinari, rispettando appieno i tempi previsti dalla normativa (60 giorni).

Netto miglioramento anche per i permessi di costruire asseverati (media di 30,18 giorni rispetto ai 64,41 giorni del 2017), per i permessi convenzionati (media di 74,41 giorni rispetto ai 102 giorni del 2017) e per i permessi in deroga (media di 124 giorni rispetto ai 180 giorni a disposizione).

Le Scia, nonostante l'elevato numero di pratiche (circa 1.747 all'anno) tutte oggetto di controllo, vengono istruite in una media di 19 giorni (la normativa prevede che il controllo venga effettuato entro 30 giorni).

Per le autorizzazioni di tutela del paesaggio vengono pienamente rispettati i termini di legge (60 giorni) con un rilascio in media in 35 giorni. Lo stesso avviene con i pareri di conformità (tempo medio 31 giorni) e con i pareri interni che vengono rilasciati in media entro 10 giorni dalla richiesta.

Anche per quanto riguarda l'attività dell'Unità operativa controllo del territorio viene pienamente rispettata la tempistica per quanto riguarda le pratiche di agibilità e di idoneità alloggio.

Il rilascio dei provvedimenti in sanatoria avviene in media entro 180 giorni ma si registra comunque un miglioramento rispetto agli anni precedenti (232 giorni nel 2016 e 268,07 nel 2017). Andamento positivo anche per i permessi di costruire in sanatoria, il cui rilascio avviene in media in 201 giorni (erano 344 giorni nel 2016 e 231 giorni nel 2017).

Per quanto riguarda sanatorie e regolarizzazioni si sta registrando un notevole miglioramento dei tempi soprattutto se consideriamo le pratiche presentate nell'anno 2018: circa il 76% di pratiche presentate nel 2018 sono state concluse nello stesso anno e rispettano i tempi.

Digitalizzazione delle procedure e aggiornamento del sito Internet

Continua l'attività di digitalizzazione delle procedure edilizie. La “rivoluzione” è iniziatia con la completa digitalizzazione delle pratiche di competenza della Commissione per la tutela del paesaggio per i Comuni di Trento, Aldeno, Cimone e Garniga Terme (Cpc), pratiche che ora vengono gestite completamente in modalità telematica tramite accesso allo sportello telematico del Comune di Trento.

Nel corso dell'anno 2018 è stata digitalizzata la procedura di invio delle comunicazioni di inizio dei lavori e delle richieste di elenco titoli edilizi per la stipulazione di atti notarili.

Nel corso dell'anno 2019 si intende arrivare alla digitalizzazione di nuove pratiche quali le Segnalazioni certificate di agibilità e le Comunicazioni per opere libere.

Quest'anno, a seguito dell'acquisto di uno scanner, inizierà l'attività di digitalizzazione dei progetti conservati presso l'archivio del Servizio anche al fine di garantire una celere evasione delle richieste di accesso agli atti e richiesta copie tramite modalità telematica.

Nel corso del 2018 si è proceduto altresì a un completo aggiornamento dell'area tematica dell'Attività edilizia, con la pubblicazione di tutta la nuova modulistica unificata approvata dalla Giunta provinciale, l'aggiornamento di tutte le schede informative con possibilità di trasmissione di tutte le pratiche e integrazioni tramite posta elettronica certificata, la creazione di nuovi modelli utili a facilitare sia l'utenza sia la gestione delle pratiche, la pubblicazione delle istruzioni operative fornite nel corso degli anni ai tecnici del Servizio al fine di rendere edotti i cittadini dei criteri con i quali vengono istruite le pratiche stante la complessità della normativa in materia urbanistico-edilizia.

Sono stati pubblicizzati i servizi on line forniti dal Comune: per esempio il servizio riservato ai soli professionisti tramite il quale è possibile per un progettista accedere ai dati delle proprie pratiche edilizie al fine di conoscere lo stato di avanzamento del procedimento amministrativo. E' on line anche il servizio di consultazione delle pratiche edilizie che permette a chiunque di avere a distanza e in tempo reale le informazioni base (tipologia di pratica e stato di rilascio, luogo di realizzazione dell’intervento, descrizione sintetica dell’intervento edilizio, riferimenti ai soggetti intestatari, riferimenti catastali) relative alle pratiche edilizie presentate presso il Servizio attività edilizia (permessi di costruire, Scia, autorizzazioni paesaggistiche).

Tutte queste informazioni sono disponibili già il giorno successivo alla presentazione della pratica e per cinque anni dalla data di adozione del provvedimento o dalla data di presentazione qualora non ancora rilasciate.

Riorganizzazione del Servizio Attività edilizia

Nel corso dell'anno 2018 è iniziata la riorganizzazione del Servizio che ha comportato anche una ridistribuzione dei carichi di lavoro tra gli Uffici. L'Ufficio edilizia privata ha visto la nomina di un nuovo capoufficio, l'architetto Cristian Martinelli, a seguito del pensionamento del geometra Domenico Calabrese. Ha preso inoltre avvio il Progetto adeguamento normativo e regolamentare dell'attività edilizia, la cui responsabilità fa capo all'ingegner Valentina Benoni coadiuvata da due tecnici. Al neonato Progetto è stata affidata l'istruttoria dei permessi di costruire in deroga, dei pareri di conformità urbanistica, dei pareri di compatibilità e del rilascio dei pareri ai servizi interni. Il Progetto si occupa di curare anche l'aggiornamento del Regolamento edilizio comunale e delle Norme tecniche di attuazione del Prg.

A decorrere dall'anno 2019 è stato soppresso l'Ufficio controllo e contenzioso ed è stata creata una nuova Unità operativa controllo del territorio, coordinata dall'architetto Eugenia Cimadom, che si occupa dell'istruttoria delle pratiche di sanatoria degli abusi edilizi, agibilità e segnalazioni varie.

Dall'anno 2019 si è pertanto proceduto ad una riunificazione delle segreterie dei due uffici con la creazione di un'unica segreteria, coordinata dalla dottoressa Irene Baldessari, che si occupa della protocollazione di tutta la corrispondenza in entrata e in uscita e di tutti gli adempimenti amministrativi degli uffici e del progetto.

Nuove modalità degli appuntamenti per i permessi di costruire

Nel corso dell'anno 2018 sono state modificare le modalità di richiesta di appuntamento per i permessi di costruire. Le richieste vengono ora effettuate tramite la compilazione di un modulo pubblicato sul sito Internet dove vengono indicati gli interventi che si intendono realizzare. Entro quattro giorni lavorativi dall'invio della richiesta via mail ordinaria, il tecnico comunale contatta telefonicamente il richiedente per fissare l'appuntamento. La novità più rilevante è l'introduzione del tecnico unico di riferimento che segue la pratica edilizia sin dalla fase dell'appuntamento e si occupa dell'istruttoria fino alla chiusura del procedimento e di eventuali successive varianti. Nel corso dell'anno 2018 le richieste di appuntamento sono state 353.

Riorganizzazione del front office

Una novità dell'anno 2018 è stata anche la riorganizzazione del front office del Servizio che risulta strutturato come segue:

  • 3 postazioni sono dedicate esclusivamente al deposito di documentazione (pratiche edilizie e relativa documentazione integrativa) e sono presidiate solo da personale amministrativo;
  • 2 postazioni sono dedicate esclusivamente al rilascio di informazioni tecniche (non inerenti a pratiche in corso di istruttoria) e sono presidiate da personale tecnico.
  • 1 postazione nei giorni di lunedì e mercoledì per informazioni in materia di agibilità e deposito segnalazione certificata di agibilità (Svagi) e relativa fine lavori;
  • 1 postazione il mercoledì per informazioni su segnalazioni edilizie, sanatorie e regolarizzazioni.

Gli accessi al front office si attestano su una media di 195 a settimana, con tempi di attesa notevolmente ridotti rispetto al passato.

È stato creato un centralino unico per le richieste di informazioni telefoniche che giornalmente pervengono al Servizio con l'attivazione di una turnistica tra i tecnici del Servizio attiva tutti i giorni della settimana tranne il venerdì. Tale servizio risulta molto gradito all'utenza che ogni giorno ha a disposizione personale tecnico e amministrativo per la risposta immediata a eventuali quesiti.

Immagini

Venerdì, 08 Febbraio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl