Verranno rifatti gli spogliatoi e i locali annessi a servizio del Gruppo sportivo “Cristo Re”

Il progetto in oggetto riguarda l'ampliamento della struttura esistente (adibita a spogliatoi sia per il Campo scuola di atletica che per il campo da calcio in via Lavisotto 41) con la creazione di una sede associativa ad utilizzo della società sportiva G.S. Cristo Re.

L'intervento è motivato dalla carenza di spazi adatti all'attività sportiva, nonché dall'esigenza di creare uno spazio dedicato alla sede della società sportiva che gestisce la struttura.

Ad oggi il gruppo sportivo “Cristo Re” ha in utilizzo due spogliatoi atleti con attiguo locale docce, uno spogliatoio arbitro e un locale deposito. I suddetti spazi presentano carenze funzionali e di superficie, in base alle norme Coni in vigore. Al loro interno viene inoltre svolta l'attività “direttiva” del gruppo sportivo che ha in gestione la struttura. L'attività associativa del gruppo sportivo “Cristo Re”, al momento, non vanta, pertanto, spazi di ritrovo appositamente dedicati.

Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo volume di circa 480 metri cubi contenente un locale adibito a spogliatoio/primo soccorso con una zona docce dedicata ed un wc a norma diversamente abili, la nuova sede della società sportiva (circa 48 metri quadri, anch'essa con antibagno accessibile dall'interno e dall'esterno e bagno a norma diversamente abili), un deposito interno, un locale deposito/lavanderia con accesso dall'esterno a servizio del campo calcio ed il locale tecnico adibito a centrale termica.

Il costo dei lavori ammonta ad 330mila euro. La durata dei lavori è prevista in 168 giorni naturali consecutivi, partendo presumibilmente in tarda primavera.

---

La soluzione progettuale prevede di riprendere l'architettura razionalista dell'esistente ricreando il comfort degli ambienti con la scelta di finiture adeguate alle funzioni richieste. Si realizzerà una struttura portante caratterizzata da murature armate con spessore pari a 30 centimetri, unitamente al perimetro portante saranno previste tre pilastrature disposte in modo tale da creare una separazione naturale degli ambienti e grazie al quale a livello architettonico si è potuto giocare sulla disposizione interna e la creazione di giochi di luce e contrasti di materiali.

E' prevista inoltre la fornitura di infissi esterni in alluminio, con triplo vetro stratificato certificato 1B1 per tutta la sia altezza e caratteristica antisfondamento P3A. Grazie al basso valore di trasmittanza termica sarà garantito un tenore basso-emissivo.

Il fabbricato sarà completato con la realizzazione di un isolamento termico a cappotto in lana di roccia di spessore pari a 12 centimetri. A completamento del cantiere saranno infine realizzate le sistemazioni esterne con il rifacimento del percorso di accesso al campo da calcio, la realizzazione della pavimentazione dell'area di pertinenza della sede associativa e la posa di prato pronto.

L’impianto di riscaldamento vede la realizzazione di un sistema misto a radiatori per la zona adibita allo spogliatoio degli arbitri mentre per la zona riservata all'associazione sportiva è stato previsto un sistema in pompa di calore ad espansione diretta VRF gestito in loco da dei comandi a filo programmabili in grado di ottimizzare la resa delle varie unità interne a seconda dell'esigenza.

Il progetto prevede la realizzazione ex novo della centrale termica che sarà ad uso esclusivo degli spogliatoi con una caldaia a condensazione e la realizzazione di tre circuiti di riscaldamento più uno per la produzione di acqua calda sanitaria.

Per l’impianto idrico si prevede la realizzazione di un servizio igienico adatto a persone diversamente abili e un blocco di docce completo di servizio igienico a disposizione degli arbitri. Per quanto riguarda la realizzazione dell'impianto elettrico si prevede l'installazione di corpi illuminanti a led ad alta efficienza.

Progetto di data ottobre 2017 redatto da:

geom. Massimo Biasiolli - Servizio Gestione Fabbricati -per la parte edile

p.i. Pierangelo Cainelli - Servizio Gestione Fabbricati - per la parte impianti elettrici

p.i. Maurizio Verones - Servizio Gestione Fabbricati - per la parte impianti meccanici

ing. Claudio Degasperi per il progetto strutturale e per la parte relativa alla sicurezza

arch. Tziana Weber per il coordinamento progettuale

Venerdì, 24 Novembre 2017

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2018 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl