Giardino Aleksandr Isaevič Solženicyn - ex Santa Chiara

  • Attrezzature: giochi per bambini, ping pong
  • Divieto di accesso ai cani

Il giardino sorge sull'area che fu lasciata libera dopo il trasferimento della vecchia struttura ospedaliera all'inizio degli anni settanta.

Nel 1997 è stato ristrutturato su progetto dell'architetto berlinese Regina Poli (nell'ambito di uno scambio professionale tra la città gemellata di Berlino e il Comune di Trento).

Di grande effetto il gradonamento della parte nord, segnato da una varietà di erbacee perenni e da tre siepi di tasso, bosso e ligustro. Sul livello più alto si apre una pergola con glicine che copre una passeggiata impreziosita da sei fontane di calcare rosa e da panchine e protetta da un muro rivestito di sassi.

Caratteristica la fontana in calcare rosa, figura monolitica che si trova in asse con la gradinata ad emiciclo, di accesso dal Centro Servizi S. Chiara, e la colonna di forme classiche collocata nel prato. Un colonnato in calcestruzzo separa la parte pavimentata con ghiaino.

Nell'anno 2014il Consiglio Comunale di Trento ha voluto intitolare il Giardino a Aleksandr Isaevič Solženicyn.

Indirizzo
Ingresso parco da via Piave e via Santa Croce
Collocazione geografica

Come arrivare

Tipologia di luogo

Immagini

I prossimi appuntamenti in programma

Set 19

Scherma Storica

Progetto Sport nel Verde 2019

Giardino ex Santa Chiara

Martedì, 31 Maggio 2016 - Ultima modifica: Giovedì, 31 Maggio 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl