Adozione di provvedimenti sanzionatori su segnalazione

Il Comune, su segnalazione del Servizio di Polizia Locale o di altri Servizi competenti, delle Autorità di pubblica sicurezza o di Enti pubblici, può adottare provvedimenti di natura sanzionatoria nei confronti di soggetti privati titolari di licenze, autorizzazioni, concessioni o altri titoli abilitativi all'esercizio di attività economiche.

Nell’ambito delle funzioni di controllo, il Comune verifica il permanere dei requisiti tecnico – professionali delle Imprese e dei soggetti autorizzati all’esercizio di attività economiche  ed il permanere dei requisiti personali e professionali del titolare, durante tutto il periodo dell’autorizzazione.

La norma di settore stabilisce le ipotesi di decadenza delle autorizzazioni, licenze o concessioni all'esercizio dell'attività economica. Il Comune valuta l'adozione dei necessari provvedimenti sanzionatori a seguito di segnalazioni effettuate dagli organi competenti in materia di vigilanza e sicurezza (Polizia, Carabinieri, Provincia, ...), anche sulla base degli esiti delle verifiche effettuate dai competenti uffici della Polizia Locale. 

Chi può richiedere

Il procedimento ha impulso d'ufficio, in seguito a segnalazione e previa verifica dei presupposti di legge che impongano l'intervento sanzionatorio dell'Amministrazione.

Tempi di attesa

Il procedimento per l'adozione di provvedimenti di natura sanzionatoria, si conclude entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione.

Informazioni sulla modulistica

Trattandosi di procedimento amministrativo attivato d'ufficio dal Comune di Trento non esiste modulistica.

Martedì, 05 Giugno 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 07 Giugno 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl