Adozione della Variante di adeguamento al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale - chiarimenti aspetto applicativo

Si forniscono di seguito alcuni chiarimenti a seguito dell'adozione della Variante di adeguamento al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale.

Il Consiglio Comunale, con Deliberazione del Consiglio Comunale n.40 di data 26 marzo 2019, ha adottato la Variante di adeguamento al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale.

Ai sensi del comma 2 dell'articolo 47 della legge provinciale 4 agosto 2015 n. 15, date le ricadute particolarmente significative delle modifiche introdotte, si è ritenuto di escludere l'applicazione della salvaguardia a seguito dell'adozione della variante, con la conseguente applicabilità delle sole previsioni del PRG oggi vigente sino alla data di entrata in vigore della Variante, che avverrà con l'approvazione della stessa da parte della Giunta Provinciale.

Si avverte quindi che:

  • per le pratiche edilizie presentate prima dell'entrata in vigore della Variante di adeguamento al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale e per le quali è intervenuto il silenzio assenso prima dell'entrata in vigore della variante continuano ad applicarsi le previsioni del PRG oggi in vigore;
  • per le pratiche edilizie presentate prima dell'entrata in vigore della Variante di adeguamento al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale per le quali non è ancora intervenuto il silenzio assenso o non sono ancora state rilasciate si applicheranno le previsioni della Variante di adeguamento, fatte salve eventuali specifiche indicate nella variante stessa;
  • per le pratiche edilizie presentate dopo l'entrata in vigore della Variante di adeguamento al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale si applicheranno le previsioni della predetta Variante di adeguamento.

Mercoledì, 03 Aprile 2019 - Ultima modifica: Martedì, 09 Aprile 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl