Comunicazione per opere precarie

Informazioni e modulistica necessaria per presentare la comunicazione per opere precarie di cui all'art. 78, comma 3, lettera k) della L.P. 15/2015.

Le opere precarie devono essere facilmente rimovibili e destinate a soddisfare esigenze improrogabili e temporanee. Si considera temporanea l'esigenza cronologicamente individuabile non superiore a due anni, prorogabile su richiesta del soggetto interessato al fine di mantenere l'opera precaria per il tempo ulteriore necessario.

Le opere precarie possono consistere in tettoie, chioschi e altre strutture prefabbricate di limitate dimensioni e aventi carattere di reversibilità, per esercitare attività commerciali di vicinato, piccole attività artigianali, la somministrazione di pasti e bevande e la vendita di giornali e sono realizzate e mantenute nel rispetto del decoro urbanistico e paesaggistico. Si considerano opere precarie i depositi provvisori di terre e rocce da scavo. 

In caso di violazione delle disposizioni di legge, nonché in caso di demolizione dell'opera precaria e rimessa in pristino dei luoghi dopo la scadenza del termine stabilito, le opere si considerano realizzate in assenza del titolo abilitativo edilizio.

Chi può richiedere

Possono presentare la comunicazione i proprietari dell'immobile e i soggetti in possesso di un altro titolo idoneo

Per informazioni telefonare
0461-884798
Quanto costa

Euro 31,00 per diritti di istruttoria da pagare direttamente al front-office del Servizio attività edilizia in sede di presentazione della comunicazione o tramite bonifico bancario (Unicredit Banca s.p.a. via Galilei, 1 - Trento - IBAN IT 73 I 02008 01820 000001202801) nel caso di trasmissione via mail della comunicazione.

Tempi di attesa

La comunicazione deve essere presentata almeno dieci giorni prima dell'inizio dei lavori, accompagnata da
una planimetria dei luoghi e da una relazione descrittiva delle opere, della loro funzione temporanea e improrogabile, dei tempi previsti di utilizzazione e delle modalità di rimozione.

Come fare / Cosa fare
  1. compila il modello di comunicazione Mod. 47561;
  2. allega alla comunicazione l'informativa "privacy" - una per ogni soggetto coinvolto (titolari, tecnici, imprese ecc. - ciascuno deve firmare una copia);
  3. deposita la comunicazione presso il front-office del Servizio attività edilizia o inviala tramite mail al seguente indirizzo servizio.attivitaedilizia@pec.comune.trento.it allegando copia del versamento dei diritti di istruttoria.

Martedì, 10 Aprile 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 31 Gennaio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl