Segnalazione certificata di inizio attività

Informazioni e modulistica necessaria per presentare la segnalazione certificata di inizio attività.

La SCIA va presentata corredata della documentazione tecnica necessaria firmata da un tecnico abilitato e sottoscritta dal richiedente, nonché tutte le autorizzazioni/pareri/visti necessari, come da elenco allegato al modello.

La presentazione della SCIA è subordinata al pagamento del contributo di costruzione dovuto calcolato in via provvisoria dal richiedente, salvo successivo conguaglio sulla base delle determinazioni del Comune.

Chi può richiedere

Possono presentare la segnalazione certificata di inizio attività i proprietari dell'immobile e i soggetti in possesso di un altro titolo idoneo.

Dove rivolgersi
Per informazioni telefonare
0461-884798
Quanto costa

La presentazione della SCIA è subordinata al pagamento dei diritti urbanistico-edilizi nell'importo di seguito riportato:

  • € 100,00 per presentazione SCIA relativi a interventi di mutamento di destinazione d'uso e aumento unità immobiliari di edifici esistenti, anche con opere, senza aumento di volume o superficie utile lorda;
  • € 100,00 per presentazione SCIA in alternativa al permesso di costruire;
  • € 70,00 per presentazione SCIA per interventi residuali e varianti;
  • € 200,00 per presentazione SCIA per interventi di cui all'art. 85, comma 1, lettera m, L.P. 15/2015 (conferenza dei servizi)

I diritti urbanistico-edilizi possono essere pagati direttamente al front-office del Servizio attività edilizia in sede di presentazione della segnalazione o tramite bonifico bancario (Unicredit Banca s.p.a. via Galilei, 1 - Trento - IBAN IT 73 I 02008 01820 000001202801) nel caso di trasmissione via mail della segnalazione.

Tempi di attesa

I lavori possono essere iniziati dalla data di presentazione della SCIA. In assenza del piano di sicurezza e coordinamento di cui all'art. 100 del D.Lgs. 81/2008 o del fascicolo di cui all'art. 91, comma 1, lettera b), quando previsti oppure in assenza della notifica preliminare di cui all'art. 99, quando prevista, o in assenza di Documento unico di regolarità contributiva (DURC) l'efficacia della SCIA è sospesa.

Entro il termine di trenta giorni dal ricevimento della segnalazione il comune accerta l'esistenza dei requisiti e dei presupposti richiesti e nel caso di accertata carenza vieta di iniziare o di proseguire i lavori, salvo che l'interessato provveda a conformare alla normativa vigente l'attività e i suoi effetti, se ciò è possibile, entro un termine non inferiore a trenta giorni, fissato dal comune. Se ne ricorrono i presupposti il comune provvede anche alla comunicazione prevista dall'articolo 29 del decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001, in materia di responsabilità del progettista.

Come fare / Cosa fare
  1. compila la segnalazione certificata di inizio attività Mod. 47500;
  2. allega alla segnalazione  l'informativa "privacy" - una per ogni soggetto coinvolto (titolari, tecnici, imprese ecc. - ciascuno deve firmare una copia);
  3. in caso di intervento soggetto a pagamento del contributo di costruzione compila anche Mod. 47020
  4. in caso di intervento per il quale è richiesta l'esenzione dal contributo di costruzione per prima abitazione compila anche Mod. 47017
  5. deposita la segnalazione certificata di inizio attività presso il front-office del Servizio attività edilizia o trasmettila via mail al seguente indirizzo: servizio.attivitaedilizia@pec.comune.trento.it.
  6. nel caso di subentro nel cantiere di imprese/lavoratori autonomi dare tempestiva comunicazione compilando il Mod. 47014.

Qualora, dopo la presentazione della segnalazione, si rendesse necessario depositare documentazione integrativa compila Mod. 47011 da presentare in modalità cartacea presso il front-office del Servizio attività edilizia o in modalità telematica tramite mail al seguente indirizzo servizio.attivitaedilizia@pec.comune.trento.it.

Note

La SCIA perde efficacia decorsi 5 anni dalla data di presentazione. Il termine è prorogabile su richiesta, da presentare prima della scadenza, solo per fatti sopravvenuti e di carattere straordinario, tali da ritardare l'esecuzione dei lavori.

Martedì, 13 Settembre 2011 - Ultima modifica: Lunedì, 01 Luglio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl