Istanza di applicazione delle sanzioni previste dall'art. 134, commi 2, 3, 8 e art. 129, comma 12, della L.P. 1/2008

Informazioni e modulistica necessaria a presentare l'istanza ai sensi dall'art. 134, commi 2, 3, 8 e art. 129, comma 12, della L.P. 1/2008

Si tratta di opere abusive:

  • eseguite in assenza o difformità da DIA / SCIA, soggette all'applicazione delle sanzioni previste dall'art. 134 comma 2;
  • eseguite in assenza o difformità da DIA / SCIA in immobili soggetti a restauro, soggette all'applicazione della sanzione prevista dall'art. 134 comma 3 della LP 1/2008.
  • per conseguire gli effetti di cui all'art. 129, comma 12.

purchè non contrastanti con rilevanti interessi urbanistici, per le quali non è possibile presentare ed ottenere il provvedimento in sanatoria in quanto non conformi agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti ed adottati sia alla data di presentazione della domanda sia alla data di realizzazione delle opere.

Alla domanda vanno allegati, in duplice copia (o in triplice copia se l'intervento ricade in area di tutela paesaggistico-ambientale), gli elaborati progettuali delle opere abusive realizzate redatti da tecnico abilitato e sottoscritti dal richiedente.

NB

Non va compilata nel modello la dichiarazione sostitutiva di atto notorio circa l'epoca di realizzazione delle opere abusive, con la relazione tecnica attestante l'uso di materiali, la loro vetustà e ogni altro elemento comprovante la realizzazione delle opere anteriormente al 1985.

Chi può richiedere

Possono presentare l'istanza di applicazione della sanzione di legge il responsabile dell'abuso e altro soggetto avente titolo, di cui all'art. 127 e 129 della LP 1/2008.

Dove rivolgersi
Per informazioni telefonare
0461-884798
Quanto costa
  • 1 marca da bollo, secondo il valore di legge, che deve essere applicata cartacea sulla domanda;
  • Euro 100,00 per diritti di istruttoria che possono essere pagati direttamente al front-office del Servizio attività edilizia in sede di presentazione della domanda o tramite bonifico bancario (Unicredit Banca s.p.a. via Galilei, 1 - Trento - IBAN IT 73 I 02008 01820 000001202801) nel caso di trasmissione via mail della domanda.
Tempi di attesa

180 giorni dalla presentazione dell'istanza.

Come fare / Cosa fare

Qualora, dopo la presentazione della domanda, si rendesse necessario depositare documentazione integrativa compila Mod. 47011 da presentare in modalità cartacea presso il front-office del Servizio attività edilizia o in modalità telematica.

Note

Il pagamento della sanzione dovuta produce gli effetti amministrativi della sanatoria, consentendo di mantenere l'opera ed estinguendo il procedimento sanzionatorio amministrativo. Non ha invece l'effetto di estinguere gli eventuali reati edilizi; sono fatti salvi diritti di terzi e provvedimenti sanzionatori di altre autorità.

Lunedì, 30 Novembre 2015 - Ultima modifica: Lunedì, 01 Luglio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl