Permesso di costruire in sanatoria ai sensi dell'articolo 135, comma 7, L.P. 1/2008

Informazioni e modulistica necessaria per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria ai sensi dell' art. 135, comma 7, L.P. 1/2008.

E' consentito sanare opere soggette a permesso di costruire che siano conformi agli strumenti urbanistici vigenti e non in contrasto con quelli adottati, con riferimento alla sola data della presentazione della domanda e non alla data della loro realizzazione. Si tratta della cd. "Sanatoria giurisprudenziale" con soli effetti amministrativi. In questo caso il rilascio della sanatoria non ha effetti estintivi degli eventuali reati edilizi e prevede l'incremento della sanzione dovuta pari al 20%.

Qualora l'intervento alla data di presentazione della domanda non risulti conforme, il Comune applicherà la sanzione prevista dall'art. 129 della L.P. 1/2008.

Alla domanda vanno allegati, in duplice copia (o in triplice copia se l'intervento ricade in area di tutela paesaggistico-ambientale), gli elaborati progettuali delle opere abusive realizzate redatti da tecnico abilitato e sottoscritti dal richiedente nonché le preventive autorizzazioni, dichiarazioni e nulla osta necessari.

La documentazione progettuale deve essere presentata anche in formato digitale, mediante trasmissione di una copia in formato PDF sottoscritta, ove possibile, mediante la firma digitale o mediante la firma elettronica qualificata. La copia digitale deve garantire il mantenimento della scala grafica di riferimento.

Chi può richiedere

Possono presentare la domanda il responsabile dell'abuso o altro soggetto avente titolo.

Dove rivolgersi
Quanto costa
  • 1 marca da bollo, secondo il valore di legge, che deve essere applicata cartacea sulla domanda;
  • 1 marca da bollo, secondo il valore di legge, sulla risposta, pagabile anche virtualmente;
  • Euro 200,00 per diritti urbanistici edilizi.

I diritti di istruttoria e la marca da bollo sulla risposta possono essere pagati direttamente al front-office del Servizio attività edilizia in sede di presentazione della domanda o tramite bonifico bancario (Unicredit Banca s.p.a. via Galilei, 1 - Trento - IBAN IT 73 I 02008 01820 000001202801) nel caso di trasmissione via mail della domanda.

Tempi di attesa

60 giorni dalla presentazione della domanda. In caso di mancata adozione del provvedimento espresso da parte del Comune, trascorso tale termine, l'istanza si intende rigettata.

Come fare / Cosa fare

Qualora, dopo la presentazione della domanda, si rendesse necessario depositare documentazione integrativa compila Mod. 47011 da presentare in modalità cartacea presso il front-office del Servizio attività edilizia o in modalità telematica.

Lunedì, 26 Ottobre 2015 - Ultima modifica: Giovedì, 31 Gennaio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl