Degradè, finito il murale che promuove inclusione sociale, dialogo e convivenza

Sabato 20 e domenica 21 luglio ha preso nuova vita la parete del sottopasso della ferrovia sulla pista ciclabile in prossimità dei Giardini Lungo Fersina, prima deturpata da scritte e graffiti.

Il risultato è stato possibile grazie alla realizzazione di un’opera di arte collettiva che ha utilizzato il linguaggio della street art e un percorso partecipato e aperto agli abitanti del quartiere per lanciare un messaggio di inclusione sociale, dialogo e convivenza.

È stato così raggiunto l’obiettivo del patto di collaborazione Degradè, proposto da Silvia Gadda, in qualità di rappresentante di un gruppo informale di cittadini e referente del collettivo Contra la Pared, e a cui hanno aderito l’Associazione sportiva dilettantistica Intrecciante, Arte Migrante, l’Associazione Alchemica e l’Associazione Il Gioco degli Specchi

I particolari del progetto nel testo dell'avviso, in allegato le foto del sottopasso prima dell'intervento, del murale in fase di realizzazione e finito.

Immagini

Giovedì, 25 Luglio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl