Assolvimento obbligo scolastico

La legge nazionale assicura a tutti i ragazzi il diritto all'istruzione e alla formazione sino al conseguimento di una qualifica professionale entro il diciottesimo anno di età.

L’adempimento dell’obbligo di istruzione è finalizzato al conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il 18° anno di età.
Il Sindaco è tenuto a vigilare sull'adempimento di tale obbligo nei confronti della popolazione  in età scolastica residente nel Comune.

In caso  di mancato assolvimento dell'obbligo scolastico viene notificato ai genitori/ persone responsabili all'assolvimento dell'obbligo scolastico, un atto di ammonizione dell'obbligo scolastico.

In caso di mancato adempimento nel termine prescritto e salvo che nello stesso termine non provino di procurare in altro modo l'istruzione al figlio/a o non giustifichino l'assenza da scuola con motivi di salute o altri impedimenti gravi, il procedimento comporta la denuncia all'Autorità Giudiziaria dei genitori/ persone responsabili all'assolvimento dell'obbligo scolastico.

Dove rivolgersi

Per ulteriori informazioni in merito all'atto di ammonizione per mancato assolvimento dell'obbligo scolastico è possibile contattare il Servizio Servizi all'Infanzia, Istruzione e Sport - Ufficio istruzione e sport - Via Alfieri 6 oppure rivolgersi direttamente alle Segreterie scolastiche.

Riferimenti normativi

Decreto Legislativo 16.04.1994 n. 297

Decreto Ministeriale 13/12/2001 n. 489

Legge 28 marzo 2003 n. 53 s.m.i.

Legge provinciale 7 agosto 2006 n. 5  s.m.i.

Lunedì, 04 Aprile 2016 - Ultima modifica: Mercoledì, 12 Aprile 2017

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl