Determinazione rette di nido d'infanzia: entro 30 settembre 2019

Tutti i genitori dei bambini che frequenteranno il nido nel prossimo anno educativo 2019/2020 sono invitati a richiedere a un CAF abilitato entro il 30 settembre 2019 l'Icef (Indicatore della condizione economica familiare) per i servizi alla prima infanzia. Il mancato calcolo dell'Icef comporterà l'applicazione della retta mensile massima.

Non sarà necessario portare l'attestazione del valore Icef all'ufficio Servizi per l'infanzia di via Alfieri perché l'Amministrazione provvederà ad acquisirlo direttamente dagli archivi provinciali.
In base a quanto dichiarato e richiesto al momento dell'accettazione del posto, in caso di presenza di fratelli che fruiscono contemporaneamente del servizio di nido e/o in caso di concessione dei servizi aggiuntivi di anticipo/posticipo/sabato mattina (nei nidi in cui sono previsti), l'Amministrazione provvederà direttamente a ricalcolare la retta mensile comprensiva dell'agevolazione e/o della quota aggiuntiva.

Il mancato calcolo dell'Icef entro il 30 settembre 2019 comporterà l’applicazione della retta mensile massima, pari a €437,00 per i nidi d’infanzia a tempo pieno e pari a €284,05 per i nidi d’infanzia a tempo parziale.
Per i bambini che inizieranno l'ambientamento oltre il 30 settembre l'attestazione va comunque richiesta entro la fine del mese di ammissione.

Lunedì, 12 Agosto 2019 - Ultima modifica: Martedì, 13 Agosto 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl