Voto assistito al seggio

Gli elettori non vedenti, amputati delle mani, affetti da paralisi o altro grave impedimento, e quindi impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto, possono farsi assistere da un accompagnatore scelto direttamente dall’elettore che necessita di assistenza.

Gli elettori non vedenti, amputati delle mani, affetti da paralisi o altro grave impedimento, e quindi impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto, possono farsi assistere da un accompagnatore scelto direttamente dall’elettore che necessita di assistenza.
Se l’impedimento non è evidente per l’esercizio del voto al seggio elettorale è necessaria la presentazione del certificato medico o l’apposita annotazione del voto assistito sulla tessera elettorale personale.

Chi può richiedere

L’elettore che non può esprimere da solo il voto al seggio, per farsi accompagnare in cabina, può richiedere l’annotazione del voto assistito sulla tessera elettorale personale.

Dove rivolgersi
Come fare / Cosa fare

L’elettore deve presentare all’Ufficio Elettorale la richiesta corredata dalla documentazione sanitaria attestante l’impossibilità ad esprimere autonomamente il voto.

N.B. La certificazione necessaria è quella rilasciata dall’Azienda Sanitaria – Distretto di Trento e valle dei Laghi – Centro per i Servizi Sanitari Viale Verona Corpo D, piano 2° (oraio al pubblico lun. - mar. - mer. - ven. 08.10/13.00 - giov. 08.10/15.00)
L’utenza può rivolgersi direttamente presso gli ambulatori distribuiti sul territorio e deve essere in possesso di idonea certificazione medica attestante la patologia sofferta. Al richiedente non è richiesto uno specifico appuntamento sempre che non debba essere rilasciato un certificato per elettore in dipendenza vitale da apparecchiatura elettromedicale. In questo caso, tenuto conto che la visita dovrà essere effettuata a domicilio, sarà opportuno che le persone interessate prendano preventivamente contatto con gli ambulatori dell’Azienda Sanitaria ai numeri di telefono indicati a fianco degli ambulatori, per fissare un appuntamento.

Riferimenti normativi
  • D.P.R. n. 361 del 30 marzo 1957 n. 361, art. 55, come modificato dalla legge n. 17 del 5 febbraio 2003;
  • Legge provinciale n. 2 del 5 marzo 2003, art. 59;
  • DPReg n. 1/L del 1 febbraio 2005, art. 64

Giovedì, 19 Maggio 2011 - Ultima modifica: Giovedì, 12 Settembre 2013

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl