FAQ

  • Domande frequenti
  • Io e mia moglie abbiamo la residenza in due diverse abitazioni all'interno dello stesso Comune. Pagheremo l'aliquota prima casa sui due immobili?
    Il comma 2 dell'articolo 13 del Dl 201/2011, dopo le modifiche apportate dal Dl 16/2012, stabilisce che nel caso in cui i coniugi abbiano la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nello stesso Comune, le agevolazioni per abitazione principale e relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.
  • Vorrei sapere se nel conteggio della mia IMUP posso (o devo) conteggiare anche mio figlio che nascerà a giugno.
    Il comma 10 dell'articolo 13 del Dl 201/2011, dopo le modifiche apportate dal Dl 16/2012, prevede che per gli anni 2012 e 2013 la detrazione unica per tutti di 200 euro è maggiorata di 50 euro per ciascun figlio di età inferiore a ventisei anni, purchè abbia residenza anagrafica e viva effettivamente nella stessa abitazione. Se un figlio convivente compie i 26 anni nel corso del 2012, i 50 euro di detrazione si applicano per dodicesimi solo fino al mese nel quale raggiunge i 26 anni (il mese si calcola se compie gli anni dopo il 16; non si calcola se li compie fino al giorno 15);
  • Se alla morte dei genitori si eredita una parte di immobile lasciato in usufrutto ad un fratello che vi continua ad abitare, lui e gli altri componenti della famiglia cosa devono versare di IMUP?
    Se come sembra il diritto reale di usufrutto è di tutto l'immobile, il soggetto passivo è soltanto l'usufruttuario, con esclusione quindi degli altri. Il fratello potrà beneficiare delle agevolazioni previste per l'abitazione principale (aliquota al 4 ‰ e detrazione).
  • Sono proprietario del 50% dell'abitazione principale dove ho la residenza, mia madre ha la propretà del restante 50%. Per lavoro per parte della settimana vivo in affitto presso un'altra città. Mi spetta la detrazione di 100 euro sull'abitazione principale?
    La stipulazione di un regolare contratto d'affitto presso un'altra abitazione in un'altra città, le impedisce di considerare il suo 50% come abitazione principale. Lei quindi dovrà applicare sulla sua metà l'aliquota ordinaria mentre sua madre sul suo 50% potrà usufruire della
    detrazione interamente.
  • Sugli immobili concessi in uso gratuito a genitori o figli quale aliquota IMUP si applica?
    L'immobile concesso in uso gratuito a genitori o figli è soggetto all'aliquota ordinaria del 7,83 ‰.
  • Ho l'abitazione principale in un immobile di interesse storico, a quali agevolazioni ho diritto?
    Per gli immobili di interesse storico, la base imponibile verrà ridotta del 50 %, alla stessa sarà applicata l'aliquota prevista per l'abitazione principale, 4 ‰, dal risultato ottenuto dovrà inoltre essere tolta la detrazione per l'abitazione principale.
  • Ho un appartamento, dove vivo e risiedo, accatastato in categoria A/2, un garage in categoria C/6 ed una cantina C/2. E' possibile considerare sia il garage che la cantina come pertinenze all'abitazione principale?
    Sì, è possibile applicare l'aliquota agevolata anche alle pertinenze nella misura di una per ogni categoria catastale C2, C6 e C7.
  • Non ho ancora chiaro se devo fare un modello F24 distinto allo Stato ed uno al Comune.
    Per quanto riguarda la compilazione del modello F24 (per la quota dovuta per gli immobili diversi dall'abitazione principale) per il versamento al Comune ed allo Stato, viene compilato un unico modello su due righe, specificando nel campo "codice tributo" del primo rigo quello relativo al Comune e nel secondo rigo quello relativo allo Stato (per esempio: per un'eventuale seconda casa, per la quota dovuta al Comune il codice è 3918 mentre per la quota relativa allo Stato il codice 3919).

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl