Ravvedimento operoso 2013

Calcolo dell'importo da versare in caso di ritardato pagamento saldo IMUP 2013.

Lunedì 16 dicembre sono scaduti i termini per pagare il saldo IMUP per l’anno 2013 mentre già il 17 giugno scorso sono scaduti i termini per pagare l'acconto IMUP. Chi non lo ha fatto è ancora in tempo per pagare limitando le spese per interessi e sanzioni. Si tratta del cosiddetto ravvedimento operoso.

Prima di tutto, all’imposta dovuta si applica l'interesse legale del 2,5% fino al 31.12.2013 e dell'1% dal 01.01.2014. Gli interessi dovuti sono calcolati sui giorni di ritardo, che partono con il giorno successivo alla scadenza e arrivano al giorno di effettivo versamento compresi.

Ci sono tre tipi di ravvedimento:

  1. il ravvedimento “sprint”, se il pagamento avviene entro due settimane dalla scadenza: in questo caso, si pagherà una sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo. Quindi, per fare un esempio, se il versamento viene fatto con quattro giorni di ritardo si dovrà versare una sanzione dello 0,8% (02% per 4 giorni di ritardo) e si calcoleranno gli interessi pari al tasso legale che maturano giorno per giorno; 
  2. il ravvedimento “breve”, se il pagamento avviene dopo due settimane ed entro un mese dalla scadenza del 17 giugno 2013 per l'acconto e del 16 dicembre 2013 per il saldo. In questo caso, si deve pagare l'importo del tributo con una sanzione fissa del 3% e si calcoleranno gli interessi pari al tasso legale che maturano giorno per giorno;
  3. il ravvedimento “lungo”, se il pagamento viene effettuato oltre il mese e comunque entro un anno dal mancato pagamento o dall'errore; in questo caso, si dovrà pagare l'importo del tributo a cui si dovrà applicare la sanzione del 3,75% e interessi pari al tasso legale con maturazione giorno per giorno.

Anche il ravvedimento deve essere fatto con il modello F24, barrando la casella “ravvedimento operoso” ed indicando l'importo totale comprensivo dell'imposta dovuta, delle sanzioni e degli interessi.

I codici tributo da utilizzare sono:

  • Abitazione principale e relative pertinenze: 3912;
  • Aree fabbricabili: quota Comune: 3916;
  • Altri fabbricati: quota Comune: 3918;
  • Fabbricati cat. D: quota Stato: 3925;
  • Fabbricati cat. D: quota incremento Comune: 3930;
download

Calcolo ravvedimento operoso - ritardato pagamento saldo 2013
File Ravvedimento IMU SALDO 2013 da gennaio.xls (17,50 kB)

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl