Idrija

Grazie alla sua posizione geografica nei pressi del Parco Nazionale del Triglav e la riserva naturale del “Smrekova draga”, questa città rappresenta il perfetto collegamento tra le Alpi e la Slovenia. I numerosi progetti che la città offre, come il “geo-park”, le infrastrutture ciclistiche e il trattamento decentralizzato delle piante hanno portato Idrija ad essere riconosciuta come “Città alpina dell'anno” nel 2011.

Il 30 giugno del 2012, a San Pietroburgo, la Commissione del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO ha deciso di includere nella lista del patrimonio mondiale la miniera di mercurio di Idrija insieme alla miniera spagnola di Almaden. Il patrimonio culturale di Idrija, inscritto nella lista Mondiale del Patrimonio dell'UNESCO, comprende l'eredità della miniera e dell'attività mineraria nel senso più ampio possibile: le miniere, le gallerie, i pozzi, gli edifici industriali e le architetture sacre e profane. Il pozzo di Anthony è l'elemento più caratteristico delle miniere (rappresenta la parte sotteranea di Idrija sotto forma di museo, seguita dal castello di Gewerkenegg, dove si trova il miglior museo europeo dell'eredità industriale ed etica, il pozzo di Franciska con macchine ed attrezzature per l'attività mineraria, the “kamšt”, pianta particolare, “klavže  - barriere acquatiche”, il deposito e il teatro della miniera, la casa della miniera di Idrija, l'antico centro storico, etc.

download

Idrija - deutsche version
File Idrija_de.pdf (80,08 kB)

download

Idrija - english version
File Idrija_en.pdf (75,30 kB)

Immagini

Giovedì, 02 Aprile 2015 - Ultima modifica: Martedì, 21 Luglio 2015

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl