Mausoleo di Cesare Battisti

Solenne e di notevole impatto scenografico, il Mausoleo dedicato all'uomo che lottò per l'italianità di Trento è stato costruito nel 1935 da Ettore Fagioli, architetto veronese.

Foto archivio comunale

Il Mausoleo, dalla forma circolare mutuata dal mondo classico, si caratterizza per un sapiente gioco di contrasti: spazi pieni e spazi vuoti, giochi di luce e ombre e per la scelta dei materiali, tutti provenienti dal Trentino. Colpisce il colonnato che si erge sul corpo di fabbrica principale: sedici colonne, alte più di dieci metri, formano una corona circolare che accoglie, al centro, l'altare sul quale poggia la grande area tombale commemorativa. Tre grandi aperture conducono all'interno del monumento, dove nell'ipogeo è posta la cella che custodisce l'arca con le spoglie di Battisti.

Cesare Battisti
 Nato a Trento il 4 febbraio 1875, Cesare Battisti fu studioso, giornalista e politico. A partire dal 1895 fondò e diresse numerosi settimanali e riviste, tra i quali Il Popolo, tribuna privilegiata per divulgare le convinzioni socialiste e nazionaliste, e per condurre la sua battaglia per l’autonomia del Trentino dal Tirolo austriaco. Nel 1902 fu eletto consigliere comunale a Trento, nel 1911 deputato al Parlamento di Vienna e nel 1914 alla Dieta di Innsbruck. Con lo scoppio della prima guerra mondiale si arruolò volontario negli Alpini nelle fila dell'Esercito Italiano. Il 10 luglio venne catturato dalle truppe austriache, processato a Trento per il reato di alto tradimento e, in quanto cittadino austriaco, condannato a morte. La sentenza venne eseguita il 12 luglio 1916 nella fossa del Castello del Buonconsiglio.

Indirizzo
Doss Trento, 38122 Trento
Collocazione geografica

Come arrivare

Immagini

Martedì, 30 Settembre 2014 - Ultima modifica: Lunedì, 11 Febbraio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl