Fontana del Bacchino

La fontana, che prende il nome dalla statua raffigurante il dio Bacco, è attribuita ad Andrea Malfatti.

foto di Luisella Decarli

Raffigura un giovane fanciullo vestito con un vello di pecora e i capelli ornati di grappoli d’uva che regge in mano un otre da cui sgorga l’acqua. Il suo sguardo tuttavia è rivolto verso Casa Crivelli, nelle cui adiacenze vi era la sartoria in cui lavorava una certa Mariolina, di cui Andrea Malfatti era innamorato. Si tratta di un’opera giovanile dello scultore realizzata nel 1864 in pietra arenaria di Arco dopo il suo ritorno a Trento da Milano. La fontana è costituita da una coppa circolare su piedistallo ottagonale e appoggiata su un'ampia base rialzata a due gradini. E' situata in un angolo di piazza Pasi, dove fin dal Trecento i lavoratori stagionali incontravano i ricchi possidenti agricoli per contrattare il salario.

Indirizzo
Piazza Pasi, Trento
Collocazione geografica

Come arrivare

Venerdì, 07 Giugno 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl