Posto occupato

La città sostiene l'iniziativa che condanna la violenza contro le donne

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, istituita nel 1999 dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

In tale data i Governi, le Organizzazioni internazionali e le Ong sono invitate a  sensibilizzare l'opinione pubblica su una tematica di estrema attualità, che richiede la continua attenzione da parte di tutti per creare una cultura attenta e sensibile, partendo dalle giovani generazioni.

Sulla base di questo impegno, in occasione della ricorrenza 2017, il Comune ha deciso di contribuire ad un cambio di mentalità, per non considerare le violenze subite un mero dato statistico, appoggiando e diffondendo a livello locale la campagna “posto occupato”, come segno dell'impegno dell'intera città per creare una società rispettosa di tutte e di tutti. L'iniziativa, nota a livello nazionale, rende visibile quel vuoto generato da gesti spesso gratuiti e vuole essere un breve ma incisivo momento di riflessione affinché la frenetica quotidianità non sommerga il problema della violenza sulle donne.

Il Comune ha così invitato istituzioni culturali, associazioni, università e luoghi di cultura a contribuire collocando nei propri spazi, nella settimana compresa dal 20 al 26 novembre, una sedia vuota corredata da simboli femminili (una sciarpa, un paio di scarpe rosse), simbolicamente riservata a una donna vittima di violenza, con il cartello della campagna che invita a riflettere sul tema.

Oltre all'impegno sociale espresso attraverso questo gesto simbolico, il Comune  sostiene chi opera concretamente sul territorio a favore delle donne oggetto di violenza: l'azione del Centro Antiviolenza di Trento viene promossa con la personalizzazione del cartello “un posto occupato”, affinché le donne sappiano a chi rivolgersi.

Hanno aderito:
Presidenza del Consiglio Provinciale di Trento, Assessorato provinciale alle Pari Opportunita', Commissariato del Governo, Comm. provinciale Pari Opportunita', Consigliera di Parita', Biblioteca Vigilianum, Biblioteca Universitaria Centrale - Buc, Teatro di Meano, Teatro di Villazzano, Centro Teatro, Caffe' Letterario Bookique, Centro Musica, Sala Dematte' Ravina, Teatro di Gardolo, Centro Servizi Culturali S. Chiara (Auditorium, Teatro Cuminetti, Teatro Sociale, Teatro Sanbapolis, Teatro Melotti di Rovereto), Teatro S. Marco, Teatro Portland, Teatro Spazio 14, Spazio Off, Societa' Filarmonica, Sc. Musicale Il Diapason, Sc. Musicale I Minipolifonici, Museo Castello del Buonconsiglio, Muse, Museo Diocesano Tridentino, Galleria Civica, Fondazione Museo Storico del Trentino – Gallerie, Fondazione Demarchi, Universita' degli Studi Di Trento, Fondazione B. Kessler, Forum Trentino per la Pace, Trentino Trasporti Esercizi, Questura di Trento, Regione autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol

Comune di Trento
(Servizio Cultura, Turismo e Politiche Giovanili, Presidenza del Consiglio Comunale, Direzione Generale, Servizio Gabinetto Pubbliche Relazioni, Ufficio Relazioni con il pubblico - Urp, Servizio Attivita' Sociali, Servizio Risorse Finanziarie e Tributi, Servizi Tecnici del Top Center (Attivita' Edilizia e Gestione Fabbricati), Sportello Attivita' Produttive, Biblioteca Centrale, Corpo Polizia Locale, Ufficio Anagrafe, Servizio Casa e Residenze Protette Circoscizioni di Gardolo, Meano, Oltrefersina, Argentario, Centrostorico/Piedicastello, San Giuseppe/Santa Chiara, Mattarello, Ravina/Romagnano, Villazzano, Povo.

Immagini

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl