Adempimenti nel settore vitivinicolo e delle sostanze zuccherine.

Ricevimento, controllo e spedizione di dichiarazioni di produzione e raccolta uve e denuncia giacenza vini; timbratura e convalida di documenti di trasporto di prodotti vitivinicoli; vidimazione di registri sostanze zuccherine.

Chi può richiedere

Soggetti diversi, in genere cantine, aziende vinicole, ditte commerciali, ecc.., tenuti per legge, agli adempimenti riportati nella descrizione.

Dove rivolgersi

Sviluppo economico, studi e statistica
Per la sola convalida dei documenti di trasporto dei prodotti vitivinicoli è possibile rivolgersi anche presso le Circoscrizioni periferiche. I documenti devono essere preventivamente timbrati dall’Ispettorato Repressione Frodi o dal Comune e compilati dall’interessato.

Quanto costa

Il procedimento non comporta spese per l’utente.

Tempi di attesa

Il procedimento viene concluso al momento, alla presenza dell’interessato, tranne i casi delle cantine di grosse dimensioni, che presentano una notevole mole di documenti che implicano alcuni giorni di lavoro (max 7 giorni).

Come fare / Cosa fare

Per fruire del servizio è necessario presentarsi in orario di apertura dell’ufficio con la modulistica prevista dalle leggi di settore, compilata.
Il Ministero per le risorse agricole alimentari e forestali, la Camera di Commercio I.A.A., le Associazioni di categoria, le riviste specializzate del settore, i patronati, ecc.. diffondono annualmente circolari e informazioni concernenti la modulistica in uso per l’anno di riferimento e, in alcuni casi, anche le modalità per reperire la modulistica, per la quale, in genere, è necessario rivolgersi alle tipografie autorizzate.
Ulteriori informazioni possono essere chieste anche presso l’Ufficio Repressione Frodi di S. Michele all’Adige Tel. 0461/650102.

Note

Nei procedimenti riguardanti gli adempimenti nel settore vitivinicolo e delle sostanze zuccherine è coinvolto, con funzioni di vigilanza e repressione delle frodi, l’Ispettorato Repressione Frodi di S. Michele all’Adige, territorialmente competente. Il Comune è tenuto ad inviare all’Ispettorato copia della documentazione, degli estremi delle vidimazioni effettuate, ecc.. con le modalità previste dalla legge.

Riferimenti normativi
  • R.D. 6.5.1940 n. 635 “Approvazione del Regolamento per l’esecuzione del testo unico 18.6.1931 n. 773 delle leggi di pubblica sicurezza”;
  • D.P.R. 12.2.1965 n. 162 "Norme per la repressione delle frodi nella preparazione e nel commercio dei mosti, vini ed aceti" e s.m.i.;
  • L. 3.12.1971 n. 1064 “Norme relative all’obbligo di far distillare i sottoprodotti della vinificazione”;
  • D.M. 10.7.1985 "Norme applicative del Regolamento C.E.E. n. 2102/84 riguardante la dichiarazione di giacenza dei vini e prodotti vitivinicoli" e s.m.i.;
  • L. 7.8.1986 n. 462 “Misure urgenti in materia di prevenzione e repressione delle sofisticazioni alimentari”;
  • D.M. 8.8.1986 "Termine e modalità per la presentazione delle dichiarazioni annuali di raccolta delle uve e di produzione vino e prodotti vitivinicoli" e s.m.i.;
  • L. 10.2.1992 n. 164 “Nuova disciplina delle denominazioni di origine”;
  • D.M. 19.12.1994 n. 768 “Regolamento recante disposizioni nazionali di attuazione delle norme del Regolamento C.E.E. n. 2238/93, relativo ai documenti che scortano il trasporto dei prodotti e alla tenuta dei registri nel settore vitivinicolo”;
  • D.M. 1.8.1995 "Adozione dei nuovi modelli di dichiarazione di raccolta delle uve e produzione vino";

Giovedì, 19 Maggio 2011 - Ultima modifica: Mercoledì, 03 Maggio 2017

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl