Richiesta di accesso generalizzato

Modalità per la richiesta di accesso ai documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria detenuti dal Comune di Trento.

Chi può richiedere

L'accesso generalizzato è il diritto di chiunque di accedere ai documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria detenuti dalle pubbliche amministrazioni.

Dove rivolgersi

La richiesta di accesso generalizzato può essere presentata alternativamente:

  • alle strutture comunali competenti a detenere i documenti oggetto della richiesta, individuabili consultando l'apposito organigramma;
  • all'URP, il quale, se non direttamente competente, provvede a trasmettere la richiesta ai Servizi di merito competenti.
Quanto costa

Il rilascio di copia cartacea e/o digitale dei documenti è subordinato al rimborso dei costi di riproduzione sostenuti e documentati dall'Amministrazione (nessun costo per importi complessivamente inferiori o uguali ad euro 12 in analogia con quanto stabilito dall'art. 39, comma 1, del Regolamento generale delle entrate tributarie; per importi superiori ad euro 12 si applicano le tariffe riguardanti la riproduzione di atti istituzionali e non istituzionali riportate nella apposita scheda informativa; l'esenzione per importi complessivamente inferiori o uguali ad euro 12 non opera nei casi di accesso ad atti depositati presso l'Archivio storico, l'Archivio di deposito e l'archivio non più corrente del Servizio Attività edilizia).

Tempi di attesa

Il procedimento di accesso generalizzato si conclude nel termine di trenta giorni dalla data di presentazione dell'istanza.

Come fare / Cosa fare

La richiesta di accesso generalizzato non necessita di motivazione e deve indicare:

  • i dati identificativi del richiedente;
  • i documenti ai quali si riferisce, o gli elementi necessari per la loro identificazione.

La richiesta può essere presentata, consultando l'elenco dei recapiti delle strutture comunali, con le seguenti modalità:

  • tramite posta elettronica certificata;
  • tramite posta elettronica semplice;
  • tramite posta raccomandata;
  • tramite posta ordinaria;
  • tramite fax;
  • a mani.

Il dirigente della struttura comunale competente a detenere i documenti oggetto della richiesta si pronuncia sulla stessa con provvedimento espresso e motivato, comunicato al richiedente ed agli eventuali controinteressati.

Si applicano le esclusioni previste dalla legge, incluse quelle di cui all'art. 24, comma 1, della legge n. 241/1990 (nell'ordinamento locale si applicano le corrispondenti disposizioni dell'art. 32 bis, commi 1 e 2, della legge provinciale n. 23/1992). Si applicano altresì i limiti derivanti dalla tutela di determinati interessi pubblici e privati, elencati nell'art. 5 bis, commi 1 e 2, del decreto legislativo n. 33/2013.

In caso di accoglimento dell'istanza nonostante l'opposizione dei controinteressati, i documenti richiesti sono trasmessi al richiedente non prima che siano decorsi quindici giorni dalla ricezione della comunicazione stessa da parte dei controinteressati.

Riferimenti normativi
  • decreto legislativo n. 33/2013 (artt. 5, comma 2, e 5 bis)
  • legge regionale n. 10/2014 (art. 1, comma 1, lettera 0A)

Venerdì, 16 Giugno 2017 - Ultima modifica: Lunedì, 21 Gennaio 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl