Trento informa - puntata 2 novembre 2018

Al via i lavori di realizzazione del tempio crematorio nel cimitero monumentale, muoversi è un gioco con Play&Go, semplificato il contrassegno per il permesso disabili, si rinnova il campo da calcio a Centochiavi.

Tempio crematorio: partoni i lavori

Gli attesi lavori per il tempio crematorio di Trento inizieranno verso metà novembre.

Attualmente nel capoluogo la cremazione viene scelta nel 60% dei casi e le salme vengono portate all'impianto di Mantova. Superato lo scoglio dei ricorsi e ottenuti tutti i pareri necessari, il Comune ha approvato il progetto esecutivo della struttura per la cremazione dei defunti, che sarà realizzata della parte sud del cimitero monumentale di via Giusti.

Giuliano Franzoi - Dirigente Servizio Edilizia Comune di Trento: I tempi sono previsti in 540 giorni, per cui il termine dei lavori e la messa in funzione dei due forni è prevista per la prima metà del 2020.

L'edificio, realizzato in un unico volume, avrà una sala con due forni per permettere una doppia cerimonia con tempi sfasati. L'impianto potrà svolgere fino a 12 cremazioni complessive al giorno.

Giuliano Franzoi - Dirigente Servizio Edilizia Comune di Trento: La struttura sarà anche poi completata da delle sale di attesa, una sala del commiato e gli uffici dedicati poi alla distribuzione delle urne e ai vari adempimenti che vengono svolti all'interno del tempio crematorio.

In questo modo si recupera la cerimonia funebre nella sua interezza. Verrà realizzato anche il giardino delle rimembranze dove sarà possibile disperdere le ceneri di chi ne farà richiesta. Si pensa poi di realizzare nuove cellette lungo il muro perimetrale della parte nord dell'ampliamento novecentesco.

Il costo dell'opera è di 5 milioni e mezzo di euro, finanziati dalla Provincia. La struttura sarà pronta entro la primavera del 2020.

Muoversi è un gioco

Lasciare a casa l'auto conviene e in alcuni casi premia. È partita una nuova edizione del gioco Play&Go lanciata qualche anno fa dai Comuni di Trento e Rovereto con la collaborazione della Fondazione Bruno Kessler.

La principale novità di quest'anno riguarda l'ambito territoriale che non sarà limitato agli spostamenti nelle due città o fra le due città, ma interesserà l'intero territorio provinciale. L'obiettivo resta invece lo stesso: incentivare gli spostamenti sostenibili muovendosi con i mezzi pubblici, in bicicletta, a piedi o combinando le varie possibilità.

Per partecipare al gioco e mettersi alla prova basta scaricare l'apposita app che è stata rinnovata. È più semplice ad esempio modificare le modalità di tracciamento del viaggio, ci sono più livelli di gioco, si possono fare anche sfide di coppia.

Iniziata il 27 ottobre, la nuova edizione terminerà il 26 aprile del prossimo anno. Come sempre sono previsti premi settimanali e finali: da abbonamenti in palestra o in piscina fino ad una breve vacanza di relax.

L'ultima edizione ha visto numeri da record con 53mila viaggi sostenibili effettuati per complessivi 245mila chilometri e un risparmio stimato di 50 tonnellate di anidride carbonica. 747 i partecipanti attivi che, anche a gioco finito, hanno cambiato il loro stile di vita in senso più ecologico.

Disabili: un contrassegno più semplice

È stata semplificata la numerazione riportata nel contrassegno per i disabili che va comunicata quando ci si reca in altri comuni.

Quella precedente conteneva una serie di codici che permetteva di distinguere ogni permesso dagli altri nel caso fosse stata ampliata la banca dati nazionale: si poteva così risalire al Comune, al tipo di permesso, alla data di rilascio e così via. La precisione andava però a scapito della praticità e molte persone trovavano difficoltà al momento di dover comunicare i dati per recarsi in zone a traffico limitato di altri comuni.

Adesso il programma che genera il codice è stato modificato e il contrassegno riporta semplicemente la data di scadenza e le ultime sei cifre con il solo progressivo numerico.

Attualmente sono 2.388 i permessi permanenti in corso di validità e 102 i permessi temporanei rilasciati nel Comune di Trento. In occasione dell'avvio dei varchi elettronici, praticamente tutti i possessori di contrassegno hanno comunicato i dati delle due targhe maggiormente utilizzate, che sono state inserite nel database, per semplificare le modalità di accesso alla ZTL.

Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere al Corpo di Polizia Locale di Trento e Monte Bondone.

Centochiavi: il campo si rinnova

Verrà sistemato il campo da calcio di via Lunelli in località Centochiavi. Il tappeto in erba sintetica è ormai consumato e deve essere sostituito. La sistemazione però sarà più complessiva.

Il progetto prevede lo spostamento dell'area di gioco verso est di circa 6 metri. Verrà posizionato un nuovo manto e sarà smantellata la soletta per creare un'area libera attorno al rettangolo di gioco di circa un metro e mezzo. Verranno posizionate porte fisse  e panchine coperte  e la tribuna sarà riposizionata. Sarà realizzata una nuova rete per lo smaltimento delle acque meteoriche. Il campo non ha le misure per essere omologabile per le squadre di calcio a undici, ma viene utilizzato per gli allenamenti, le partite dei pulcini e quelle di calcio a cinque.

Il costo dell'opera è di 220mila euro. I lavori dovrebbero iniziare nell'estate del prossimo anno per concludersi a settembre.

In chiusura vi ricordiamo che potrete rivedere questa puntata sul sito del Comune di Trento e su quello di Rttr La Televisione.

Durata
5'11''

Venerdì, 02 Novembre 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 05 Novembre 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl