Trento informa - puntata 21 dicembre 2018

Concerto di Capodanno in piazza Duomo con la leggenda dei Queen, i lavori per il prolungamento del percorso ciclopedonale a Villazzano, per la nuova via dei Masadori, l'adeguamento alla normativa antincendio dell'asilo nido di via Gocciadoro e la sistemazione del cavalcaferrovia di via San Bartolameo

Capodanno con i Queen

Torna, come è ormai tradizione, il Capodanno in piazza Duomo. I protagonisti della notte di San Silvestro saranno i Queen Legend, tribute band del gruppo britannico che arriva dalla Lombardia.

Elda Verones, Direttrice Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi: È un anno speciale questo per ricordare  naturalmente i leggendari Queen, visto il successo che sta avendo il film in tutti i cinema del mondo. Non poteva essere una scelta così interessante per i concerto di piazza Duomo anche perché sappiamo che c'è sempre un pubblico over 35 su questa piazza che desidera godersi il capodanno di piazza. Il concerto inizia alle 23, terminerà poi alle ore una, naturalmente con il countdown di mezzanotte che non potrà mancare.  

La serata, organizzata dall'Apt Trento Monte Bondone e Valle dei Laghi e dal Comune di Trento costerà 22mila euro. Grande l'attenzione alla sicurezza.

Elda Verones, Direttrice Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi: La sicurezza è in primo piano, noi abbiamo già attivato tutte le pratiche, tutti gli adempimenti necessari, con un gran numero, quindici, addetti alla security, vigili del fuoco volontari, la polizia locale, i carabinieri, la questura, tutto quello che è necessario per un evento così importante che è quello di uno spettacolo e un capodanno di piazza.

Atteso un pubblico di 5mila persone. Non solo trentini, ma anche tanti turisti che sempre di più affollano il Capodanno in città.

Nuova ciclabile a Villazzano

500mila euro per tre mesi di lavori. Si tratta del prolungamento verso Nord del percorso ciclopedonale di Villazzano fin poco oltre l'incrocio con via alla Cros.

L'intervento prende spunto dal progetto esecutivo che intendeva collegare Povo a Villazzano, suddiviso però in lotti per l'impossibilità a ricavare spazi nel bilancio comunale per l'intera opera.

I lavori comprendono anche gli attraversamenti pedonali e due tratti di marciapiedi sui lati opposti della strada provinciale, lungo via Castello di Pietrapiana, che consentiranno di migliorare le condizioni di sicurezza. Previsto anche un nuovo impianto di illuminazione unico per la strada e per la pista ciclopedonale.

La nuova via dei Masadori

Verrà completato il percorso stradale e ciclopedonale di via dei Masadori a Spini di Gardolo.

L'intervento prevede la realizzazione di un tratto di strada della lunghezza di circa 200 metri e della larghezza di circa 18. La sezione stradale sarà composta da una pista ciclopedonale della larghezza di tre metri, da un'aiuola di un metro e mezzo, da una fascia di parcheggi a cassetta, dalla strada a due corsie larga sette metri e da una zona verde con alberata della larghezza di circa 4 metri.

I lavori comprenderanno dunque la demolizione del manto stradale esistente e il rifacimento totale del tratto. Dureranno cinque mesi e costeranno 400mila euro.

Un asilo antincendio

Adeguare l'edificio alla normativa antincendio, con l'apertura di nuove porte di uscita delle sezioni, e ricavare nuovi locali. Sono gli obiettivi dei lavori all'asilo nido comunale "Il trenino" in via Gocciadoro 84.

L'immobile è stato costruito negli anni '80 ed è disposto su due piani di cui uno interrato: l'asilo nido occupa il piano terra mentre quello sottostante è adibito a magazzini per altre attività.

Diversi gli interventi previsti: l'adeguamento alla normativa antincendio, la realizzazione di un nuovo servizio igienico al posto del fasciatoio esistente e di un nuovo locale laboratorio, l'aggregazione di due locali per ricavare una nuova sezione didattica, la realizzazione di un'area disimpegno per consentire l'accesso ai locali cucina e lavanderia. I lavori costeranno 520mila euro.

Lavori in via San Bartolameo

Dureranno 60 giorni e costeranno 180mila euro i lavori di sistemazione del cavalcaferrovia di via San Bartolameo.

Lo scopo dell'intervento è quello di proteggere la struttura dal degrado causato dalle acque meteoriche e di provvedere all'adeguamento dei parapetti e delle barriere del ponte alle normative vigenti. Verranno quindi demoliti il parapetto e le barriere esistenti, così come la sovrastruttura stradale, e impiantato un nuovo sistema di deflusso delle acque meteoriche.

In chiusura vi ricordiamo che potrete rivedere questa puntata sul sito del Comune di Trento e su quello di Rttr La Televisione.

Durata
4'52''

Venerdì, 21 Dicembre 2018

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl