Trento informa - puntata 28 giugno 2019

Un nuovo parco a Povo, lavori per migliorare la sicurezza e la viabilità a Madonna Bianca, Spini di Gardolo e Sardagna; fino al 5 luglio una mostra fotografica a palazzo Thun racconta il viaggio di un gruppo di giovani lungo la rotta balcanica.

Un nuovo parco a Povo

Fra un anno, nell'estate del 2020, Povo avrà un nuovo parco. L'area di oltre duemila metri quadrati si trova tra il rio Salè e l'omonima via.

Il parco è stato pensato per essere a servizio degli abitanti della zona e delle scuole vicine. Di conseguenza gli spazi sono stati studiati per diversi tipi di utenza dai più piccoli agli anziani. Le zone per i bambini sono differenti a seconda dell'età e si trovano lontano dalla strada in una posizione sicura.

Il progetto è stato elaborato attraverso un percorso partecipato con le scuole elementari Moggioli. Il costo dei lavori è di circa 166mila euro.

Più sicuri a Madonna Bianca

Muoversi in via di Madonna Bianca sarà più sicuro. In autunno inizieranno i lavori di un nuovo marciapiede.

Il progetto esecutivo, curato dal servizio Opere di urbanizzazione primaria, prevede la costruzione di un percorso rialzato per pedoni lungo 120 metri sul lato ovest della strada, nel tratto compreso tra l’accesso ai civici 60-78 e la chiesa di san Gaetano. Verrà anche messo in sicurezza il vicino attraversamento pedonale con la realizzazione di una nuova isola spartitraffico.

L'intervento costerà 100 mila euro e si concluderà nel giro di due mesi.

Lavori stradali a Spini e Sardagna

Sarà presto completata via Masadori, un tratto di strada tra via Vienna e via Monaco, a Spini di Gardolo, a servizio del centro abitato e della zona industriale del sobborgo.

intervista a Giancarlo Zanella - Capoufficio Servizio Opere Urbanizzazione Primaria

Il servizio Opere di urbanizzazione primaria ha redatto il progetto esecutivo dell'opera che prevede l'allungamento della strada, la realizzazione di un percorso pedo-ciclabile, la realizzazione di parcheggi  e la messa a dimora di una trentina di piante.

intervista a Giancarlo Zanella - Capoufficio Servizio Opere Urbanizzazione Primaria

Lavori anche a Sardagna dove via Cesa Vecia sarà presto allargata.

Il tratto interessato dai lavori è quello in corrispondenza della zona più densamente urbanizzata,attualmente poco sicuro. Si collegherà alla parte iniziale della via già sistemata. La strada sarà portata a cinque metri per consentire il transito a doppio senso e verrà realizzato un marciapiede. La spesa complessiva sarà di circa 265mila euro.

Giovani passi sulla rotta balcanica

Una mostra per raccontare la rotta dei Balcani. È quella che hanno realizzato i giovani del progetto Balcanicamente e che si può visitare fino al 5 luglio nel cortile di Palazzo Thun in via Belenzani a Trento.

Se l'attenzione mediatica spesso si concentra sui migranti nel Mediterraneo, c'è un'altra rotta  sulla quale decine di migliaia di persone, in maggioranza donne e bambini provenienti dal Medio Oriente, si incamminano. Serbia, Bosnia e Croazia questo il tragitto che queste persone compiono a piedi per cercare di entrare in Europa e questo è il percorso che hanno intrapreso i ragazzi di Balcanicamente.

Si tratta di un progetto messo in campo da IPSIA assieme al piano giovani di zona di Trento e che, dopo una prima parte di formazione ha lasciato spazio al viaggio.
intervista a Roberto Cialdella - Progetto Balcanicamente
I ragazzi hanno raccontato quanto hanno visto con una serie di fotografie esposte a Palazzo Thun, dalle condizioni disumane di alcuni campi alla tenace speranza propria anche dei più piccoli.

intervista a Roberto Cialdella - Progetto Balcanicamente

Durata
5'13''

Venerdì, 28 Giugno 2019

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl