Qrowd e i cittadini

Per tutta la durata del progetto è previsto un laboratorio di sperimentazione (QROWDLab) rivolto ai cittadini i quali possono agire in triplice veste: come portatori di idee, come sperimentatori e come fonte principale per la raccolta di dati e informazioni.

Il QROWDLab si compone di varie parti:

  1. Concorso di idee (concluso)
  2. Sperimentazioni delle componenti tecnologiche (in corso)
  3. Crowdsourcing (da effettuare)

Nonostante la partecipazione al laboratorio sia volontaria, la strategia di incentivazione prevede che per ciascuna attività i cittadini abbiano la possibilità di ricevere un riconoscimento materiale (gadget tecnologico), previo superamento di specifiche soglie stabilite di volta in volta a seconda del tipo di attività.

Concorso di idee

Tra i mesi di agosto 2017 e febbraio 2018 si è svolto un concorso di idee in cui i cittadini hanno avuto la possibilità di riportare necessità ed esprimere le proprie idee sulla mobilità tramite una piattaforma online di partecipazione. Al termine del concorso una giuria ha dichiarato vincitrici tutte le idee proposte che sono state premiate durante la seconda edizione Trento Smart City Week che si è svolta nel mese di aprile 2018. Alcune delle idee sono state ritenute particolarmente utili e sono quindi state prese in considerazione al momento della definizione degli obiettivi di progetto.

Maggiori informazioni sul concorso disponibili qui: http://www.comune.trento.it/Aree-tematiche/Smart-city/News/Concorso-di-idee-per-nuovi-servizi-digitali-utili-a-migliorare-i-servizi-di-trasporto-e-mobilita-a-Trento-progetto-Qrowd

Maggiori informazioni sull’esito del concorso disponibili qui: http://www.comune.trento.it/Aree-tematiche/Smart-city/News/Esito-del-Concorso-di-idee-per-migliorare-i-servizi-di-mobilita-a-Trento-progetto-Qrowd

Sperimentazioni

Le sperimentazioni permettono di testare le componenti tecnologiche impiegate nel progetto: l’app i-Log, il processo di analisi dei dati  e l’integrazione di questi per essere visualizzati nella dashboard.

La prima sperimentazione si è svolta ad aprile 2018 ed ha visto partecipare 13 cittadini per un periodo di due settimane. Maggiori informazioni disponibili qui: http://www.comune.trento.it/Aree-tematiche/Smart-city/News/QROWDLab-prima-sessione

La seconda sperimentazione si è svolta a maggio 2018 ed ha coinvolto 8 cittadini per un periodo di due settimane. Maggiori informazioni disponibili qui: http://www.comune.trento.it/Aree-tematiche/Smart-city/News/QROWDLab-seconda-sessione

Entrambe le attività miravano a testare la raccolta di dati per il calcolo del modal split. Sono previste altre sperimentazioni sia per raccogliere ulteriori dati sugli spostamenti sia per testare la raccolta di informazioni relative ai parcheggi.

Crowdsourcing

L’attività di crowdsourcing non è altro che la raccolta ufficiale di dati e informazioni sia per il calcolo del modal split che per i parcheggi. Lo svolgimento di questa attività è soggetta al buon funzionamento delle componenti tecnologiche e del processo di analisi ed integrazione dei dati; le sperimentazioni costituiscono quindi un passaggio essenziale e propedeutico al crowdsourcing vero e proprio poiché permette di migliorare progressivamente l’intero kit di strumenti del progetto. Si prevede che questa attività venga svolta verso la fine del progetto stesso, ovvero nel 2019. Come nel caso delle sperimentazioni, sono previsti dei premi per favorire la partecipazione attiva dei cittadini, così come un’estrazione di uno o più premi finali di valore più elevato.

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl