Il piano delle azioni positive

La legge n. 125/91 all'art. 2 prevede che le amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, le regioni, le province, i comuni e tutti gli enti pubblici ed economici, nazionali, regionali, locali, sentite le organizzazioni sindacali locali e il Comitato per le pari opportunità adottino il Piano di azioni positive.

La legge n. 125/91 all'art. 2 prevede che le amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, le regioni, le province, i comuni e tutti gli enti pubblici ed economici, nazionali, regionali, locali, sentite le organizzazioni sindacali locali e il Comitato per le pari opportunità adottino il Piano di azioni positive.

L'obiettivo del Piano è chiaramente indicato nella legge ovvero consiste nel mettere in atto azioni e progetti atti ad assicurare la rimozione degli ostacoli che, di fatto, impediscono la piena realizzazione di pari opportunità di lavoro e nel lavoro tra donne e uomini.

Il Piano viene concordemente approvato con le organizzazioni sindacali e l'amministrazione.
Uno dei limiti del Piano è tuttavia quello di essere una raccolta formale di dichiarazioni d’intenti. Per superare questo limite il piano definisce di volta in volta, azione per azione, una serie di attività che hanno lo scopo di avviare concretamente azioni e sperimentazioni di tipo integrato con i servizi di competenza.

Il Comitato per le pari opportunità è garante dell'attuazione del Piano di azioni positive, concordemente approvato, e della sua corretta applicazione.

Le azioni positive sono trasversali rispetto alla politica organizzativa dell’ente e nella loro formulazione e definizione delle priorità temporali che terranno conto della “capacità” di produrre effetti sul sistema, sulla qualità e logica progettuale complessiva.

2004-2006

  • Il Comitato per le Pari Opportunità ha elaborato e concordato il Piano di azioni positive con l'amministrazione e con le organizzazioni sindacali. 

Aiutaci a migliorare questa pagina

© 2019 Comune di Trento powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl